Metodo mafioso ed estorsione per il controllo del mercato degli ambulanti: nove arresti in Fvg e Veneto, fra loro il presidente dell’Ascom di Bibione

Metodo mafioso ed estorsione per il controllo del mercato degli ambulanti: nove arresti in Fvg e Veneto, fra loro il presidente dell’Ascom di Bibione
Il Messaggero Veneto INTERNO

Lo dice il presidente della commissione Antimafia, Nicola Morra, dopo gli arresti scattati a Trieste

Estorsione e metodi mafiosi, nove arresti tra Friuli Venezia Giulia e Veneto. Le perquisizioni stanno interessando le abitazioni, i negozi e alcuni magazzini di proprietà o riconducibili agli indagati e sparsi tra Lignano, Latisana, Pordenone, Sesto al Reghena, Portogruaro e, appunto, Bibione.

Da qui, la violenta reazione e la serie di episodi che gli investigatori hanno documentato attraverso pedinamenti e intercettazioni telefoniche e ambientali. (Il Messaggero Veneto)

Ne parlano anche altre fonti

Lo scopo era quello di riuscire a ottenere un diretto controllo delle attività economiche e condizionare così il libero mercato e lo sviluppo economico e sociale della località turistica. Estorsioni e minacce con metodo mafioso nei confronti di commercianti e venditori ambulanti, per ottenere il controllo di mercati e fiere in Veneto e Friuli Venezia Giulia (Il Gazzettino)

In alcuni casi sono state organizzate vere e proprie spedizioni punitive armate nei confronti di chi non sottostava alla egemonia imposta dal capo del gruppo criminale. Personale della Direzione Investigativa Antimafia e del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Trieste hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di numerosi soggetti. (TGR – Rai)

Alle prime luci dell’alba, personale della Direzione Investigativa Antimafia e del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Trieste, al termine di complesse indagini di P. (Alqamah)

Mafia, arresti in Veneto e Friuli Venezia Giulia: con minacce ed estorsioni controllavano fiere e attività economiche

15 Settembre 2021 07:08. Gli arrestati devono rispondere, a vario titolo, di diversi episodi di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Alle prime luci dell’alba, personale della Direzione Investigativa Antimafia e del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Trieste, al termine di complesse indagini di P. (StrettoWeb)

Sono 9 le persone finite in manette in un blitz all'alba tra Veneto e Friuli-Venezia Giulia nell'ambito di un'indagine coordinata dalla DDA di Trieste per estorsione aggravata da metodo mafioso ai danni di venditori e commercianti ambulanti del litorale veneto-friulano. (TGR – Rai)

Obiettivo degli accusati era di riuscire a ottenere un diretto controllo delle attività economiche e condizionare così il libero mercato e lo sviluppo economico e sociale della rinomata località turistica. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr