Entro il 2025 l'e-commerce di vino aumenterà del 66%

quotidianocontribuenti.com ECONOMIA

– Nei prossimi quattro anni, cioè entro il 2025, il giro d’affari complessivo dell’e-commerce del vino e delle bevande alcoliche dovrebbe raggiungere i 42 miliardi di dollari, con un incremento del 66%.

Attraverso i siti specializzati di vendita online è possibile fare acquisti di grossi quantitativi di bottiglie usufruendo anche di considerevoli sconti.

Quella dell’e-commerce per il vino è ormai una tendenza consolidata e in forte ascesa, complice la situazione pandemica che limita di gran lunga i movimenti. (quotidianocontribuenti.com)

Su altri giornali

A trainare è la birra (42% del totale del mercato mondiale), seguita dai superalcolici (35%) e dal vino (20%). Lo scenario del vino nel Belpaese è particolarmente incoraggiante, con un valore totale per il 2021 di 14,2 miliardi di euro (terzo dopo Francia, 20,7 miliardi, e Regno Unito, 15,8 miliardi) e Cagr stimato del 7,9% tra 2020 e 2025, il più alto del continente (Teatro Naturale)

E’ una foto tutta a colori quella del mercato del mercato mondiale delle bevande alcoliche che, con i suoi cinque segmenti – vino, superalcolici, birra, sidro, ready to drink – raggiunge un valore di 1.317 miliardi di euro per un Cagr stimato su 5 anni (2020-2025) del 5,5%. (Food Affairs)

Ad oggi, il Paese che ha maggiormente contribuito allo sviluppo di questo preciso segmento, è stata la Cina, con circa un terzo del commercio online di alcolici, ma secondo le proiezioni dell’Iwsr, in futuro il paese più performante sarà gli Stati Uniti, con una crescita del 20%. (Redazione Imprese News)

Per il vino, in particolare, si stima un valore globale di 245,6 miliardi di euro al 2021, e 305,2 miliardi di euro previsti per il 2025. A trainare è la birra (42% del totale del mercato mondiale), seguita dai superalcolici (35%) e dal vino (20%). (Gazzetta di Firenze)

Rinnovabili al 36%, record produzione per fotovoltaico e eolico. Nel 2021 c’è stato un “deciso recupero” dei consumi elettrici, con un incremento del 5,6% rispetto al 2020, tornando così sui valori del 2019, cioé pre-Covid. (LaPresse)

Il vino bag in box di qualità e possibile! La Pandemia ha aumentato il mercato del vino in bag in box italiano in maniera esponenziale sfatando molti tabù che lo riguardano! (Francesco Saverio Russo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr