Internet down, altro che attacco hacker: ecco chi ha messo in ginocchio la rete

Internet down, altro che attacco hacker: ecco chi ha messo in ginocchio la rete
Computer Magazine ECONOMIA

Un fatto che in parte è da accogliere come una buona notizia, dato che per una volta non ci troviamo di fronte all’opera di criminali informatici.

Che cosa è Fastly e come mai mezza Internet è finita off-line. Per capire com’è andata, vale la pena chiarirsi le idee su cosa è Fastly: è un cloud che opera come Content Delivery Network (CDN).

Non è stato un attacco hacker di proporzioni mondiali, bensì un problema tecnico generato da Fastly a bloccare siti come quelli del Regno Unito, Amazon, New York Times e tanti altri. (Computer Magazine)

Ne parlano anche altre fonti

L'ipotesi di un cyberattacco di livello così esteso è sembrata sin da subito poco credibile. E infatti pare si sia trattato di un errore nei servizi di configurazione di Fastly, società che gestisce tra le più grandi Content Delivery Network al mondo (Il Sole 24 ORE)

Problemi a Fastly che sta causando qualche grana ai siti. Nella pagina status di Fastly, i gestori hanno individuato il problema facendo sapere che è tutto collegato ai servizi CDN. Da poco tanti siti stanno avendo problemi non permettendo agli utenti di accedere. (CheNews.it)

ITÀ. HACKER - Inaccessibili siti di diversi media internazionali, poi riprendono a funzionare. Stanno ripartendo tutti i siti web bloccati stamattina temporaneamente a livello globale a causa di quello che appare essere stato un incidente tecnico che ha colpito Fastly, cloud computing provider americano ad ampia diffusione il cui compito è rendere più veloci i tempi necessari a scaricare i contenuti dei siti. (Napoli Magazine)

Che cos'è una CDN, e perché ha mandato offline migliaia di siti ieri mattina

Queste aziende gestiscono reti globali di server per migliorare le prestazioni e la disponibilità dei servizi web. IL PROBLEMA TECNICO DELLA COMPAGNIA FASTLY. La compagnia di Content Delivery Networks (Cdn) Fastly ha annunciato di aver risolto il problema tecnico che aveva reso irraggiungibili migliaia di siti internet in tutto il mondo. (Startmag Web magazine)

Dopo un paio di ore concitate però, l’allarme è subito rientrato e la responsabilità di questo down condiviso da tantissimi siti è da attribuire a Fastly, il famoso fornitore di servizi di cloud computing americano, il quale tramite un comunicato ha fatto sapere che è avvenuto un cedimento di una loro CDN (Content Delivery Network) ovvero una grossa rete internet che ha il compito di distribuire contenuti e servizi di streaming audio e video agli utenti finali, con l’obiettivo di diminuire il percorso che devono fare i dati per rendere l’accesso del pubblico ai contenuti più veloce ed immediato. (Tuttoinformatico.com)

Le CDN, insomma, permettono di abbattere in modo consistente il tempo di attesa per caricare un sito internet. Ieri mattina, grosso modo tra le 12 e le 13 italiane, moltissimi siti internet in tutto il mondo non sono stati raggiungibili, in toto o a singhiozzo. (HDblog)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr