Tecnologia e commercio: Usa e Regno Unito verso una nuova ''Carta atlantica''

Tecnologia e commercio: Usa e Regno Unito verso una nuova ''Carta atlantica''
Approfondimenti:
Antimafia Duemila ESTERI

Lo anticipa la stampa Usa, secondo cui la nuova Carta è stata studiata dai governi dei due Paesi alleati sul modello dell’atto diplomatico sottoscritto dal presidente Franklin D. Roosevelt e dal primo ministro Winston Churchill il 14 agosto 1941.

La nota ufficiale afferma che la Carta del 2021 riconoscerà i cambiamenti intercorsi nella struttura dell’ordine mondiale, ma riaffermerà la centralità dei valori promossi ottant’anni fa dai due Paesi. (Antimafia Duemila)

La notizia riportata su altre testate

Nel frattempo, sono arrivati in Cornovaglia i leader mondiali per il G7, che apre i battenti questo venerdì e si conclude domenica. Sembrerebbe che i due capi di Stato abbiano già limato le divergenze, nate nei giorni scorsi in merito al protocollo per l'Irlanda del Nord, allegato all'accordo post Brexit. (Euronews Italiano)

Oggi ha inaugurato la sua permanenza nel Vecchio Continente con un meeting con Boris Johnson a Carbis Bay. Venerdì 11 giugno si aprono le danze del primo summit del G7 in presenza degli ultimi due anni, in Cornovaglia. (La Voce di New York)

"Tutte le parti sono d'accordo che è importante assicurare un equilibrio con il processo di pace , e sono ottimista che possiamo farlo", ha detto Johnson "Una ventata di aria fresca": così il premier britannico Boris Johnson ha commentato il lungo colloquio avuto col presidente americano Joe Biden. (RagusaNews)

Biden e Johnson firmano la nuova Carta Atlantica

– È cominciata con sorrisi, battute e una passeggiata in riva al mare la kermesse del G7. E i due leader hanno dato sfoggio di unità malgrado il nodo Nord Irlanda; anzi, il premier britannico ha salutato Biden come “una boccata d’aria fresca” e si è detto “ottimista”. (EOS Sistemi avanzati scrl)

Ogni leader inglese viene giudicato in base alla sua capacità di creare un legame con il presidente degli Stati Uniti Di quest’ultimo, gli Stati Uniti si sono fatti garanti mettendo fine a tre decenni di attentati con oltre 3’500 morti. (ticinolive)

Irrisolti in particolare i nodi sui controlli delle merci al confine interno fra l'Ulster e il resto del Regno Unito, nodi che alimentano tensioni col pericolo di un'escalation dalla conseguenze imprevedibili La firma stavolta è di Joe Biden e Boris Johnson, dopo quella storica tra Franklin Delano Roosevelt e Winston Churchill nell'agosto del 1941. (laRegione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr