«Il bianco attacca il nero», YouTube blocca il canale di scacchi per contenuti razzisti

«Il bianco attacca il nero», YouTube blocca il canale di scacchi per contenuti razzisti
Corriere della Sera SPORT

A quanto pare è una frase in particolare ad aver causato il blocco del canale di Agadmator.

Con tutto quel parlare di bianco che minaccia il nero, lo attacca e lo contrattacca, il canale deve essere necessariamente razzista.

In quel video del 28 giugno, lo scacchista croato stava commentando una partita con il Gran Maesto Hikaru Nakamura, e ha detto semplicemente «il bianco attacca il nero»

I colori avvicinati ad attacco, blocco, contrattacco, cattura e minaccia fanno perdere la bussola al sistema che così segnala il contenuto. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altre testate

Stando ad Ashique R. KhudaBukhsh e Rupak Sarkar della Carnegie Mellon University, tutto quel parlare di «bianco contro nero» potrebbe aver attivato l'algoritmo che è a caccia di elementi offensivi. (Leggo.it)

Hanno proseguito scegliendone 1.000 che erano stati segnalati come inappropriati da almeno uno dei programmi e li hanno controllati personalmente. “Non sappiamo quale strumento venga usato da YouTube ma queste cose possono accadere se si usa l’intelligenza artificiale”, ha sottolineato KhudaBukhsh. (L'HuffPost)

Sembra che il ragazzino fosse scappato di casa. Il protagonista è un 14enne salvato da 3 agenti di polizia quando aveva già perso i sensi ed era in ipotermia. (LaPresse)

"Bianco attacca nero", YouTube blocca canale: ma si parlava di scacchi

Il canale di Agadmator viene chiuso per contenuti Razzisti. Per rimanere informati sul mondo nerd, continuate a seguirci sul nostro sito DrCommodore.it e su Facebook, Instagram, Telegram, YouTube, Discord, Steam e Twitch (DR COMMODORE)

Scacchista bloccato da YouTube per aver usato “neri contro bianchi” – riassunto delle puntate precedenti. La storia comincia a Luglio 2020 sul canale Agadmator’s Chess Channel, un milione di abbonati a Febbraio 2021, che ospita “podcast”, commenti in streaming di partite di scacchi. (Bufale.net)

Ad indagare sul problema tecnico dell'IA sono stati gli informatici Ashique R. KhudaBukhsh e Rupak Sarkar della Carnegie Mellon University. E' accaduto al giocatore croato Antonio Radic, conosciuto con lo pseudonimo online Agadmator, proprietario del canale di scacchi YouTube più famoso al mondo, con oltre 1 milione di iscritti. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr