Etna: nuovo parossismo, fontane lava alte 1 km e nube cenere

Etna: nuovo parossismo, fontane lava alte 1 km e nube cenere
ansa.it INTERNO

La localizzazione della sorgente permane al di sotto del Cratere di Sud-Est ad una quota di circa 2.800 metri al di sopra del livello del mare.

La sorgente del tremore vulcanico è tra i crateri Bocca Nuova e Voragine, ad una quota di 2.400-2.600 metri sopra il livello del mare.

L'ampiezza media del tremore, che segnala il movimento del magna nei condotti interni del vulcano, dopo la fase di incremento, alle 05:40 ha subito una riduzione, raggiungendo il livello medio dove tuttora permane. (ansa.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

L’attività parossistica ha prodotto una colonna eruttiva che si è alzata per diversi chilometri rispetto alla cima della montagna. Durante questa attività ha avuto inizio un secondo trabocco lavico dalla bocca della sella, alimentando un flusso lavico diretto verso sud-ovest. (La Sicilia)

Il servizio di Daniele Lo Porto per Tgs In particolare si studia la composizione del magma. (TGS)

L'ampiezza media del tremore vulcanico mostra valori elevati con tendenza all'incremento. L'Etna continua a dare spettacolo in tarda serata con una nuova fase eruttiva che si è ulteriormente intensificata con getti di lava alti 300 metri sopra il cratere di Sud-Est. (CataniaToday)

Etna, il vulcano scalda i motori per il 5° parossismo: tremore vulcanico in aumento, le immagini in diretta

Contemporaneamente si sono formate due piccole colate laviche, l'una in direzione della desertica Valle del Bove e l'altra in direzione sud-ovest. Catania - L'Etna è un vulcano carico di energia interna che la notte scorsa dopo la mezzanotte ha dato vita generato getti di lava alti fino a mille metri sopra il cratere di Sud-Est. (RagusaNews)

Dopo l'una l'Ingv-Oe di Catania ha registrato una repentina diminuzione della fontana di lava. Durante questa attività ha avuto inizio un secondo trabocco lavico dalla bocca della sella, alimentando un flusso lavico diretto verso sud-ovest. (Giornale di Sicilia)

Il 5° parossismo degli ultimi sei giorni dovrebbe verificarsi durante la notte. I vulcanologi dell’INGV di Catania (Osservatorio Etneo), sono come sempre molto attenti nel monitoraggio della situazione in tempo reale. (MeteoWeb)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr