Primo maggio, tensione in piazza Castello: la polizia respinge i manifestanti

La Repubblica INTERNO

Torino, scontri in piazza Castello tra polizia e manifestanti. "Per salvarci dobbiamo cambiare sistema" si legge sullo striscione che apre il corteo dietro al camioncino con le casse acustiche.

Poco prima di mezzogiorno un gruppo di manifestanti - antagonisti, anarchici e No Tav - ha cercato di dirigersi verso il municipio.

(ansa). Le celebrazioni istituzionali del primo maggio si svolgono invece in sala Carpanini, in municipio, con la sindaca Chiara Appendino, e i rappresentanti dei sindacati confederali

E in piazza Castello è stata allestita una ghigliottina di legno con un fantoccio di Mario Draghi (La Repubblica)

Ne parlano anche altri media

Il corteo, composto da militanti dei centri sociali, antagonisti e No Tav, ha cercato di raggiungere il Municipio che era protetto da un cordone di agenti delle forze dell'ordine: questi ultimi li hanno allontanati con una piccola carica Alcuni dimostranti sono entrati in contatto coi poliziotti in Piazza Castello. (Corriere della Sera)

Atteso in piazza anche l'arrivo del corteo dell'area antagonista e No Tav partito da piazza Vittorio Veneto. (IL GIORNO)

Questa mattina, circa un migliaio di persone ha aderito al corteo organizzato da Cobas e dai centri sociali, che hanno esibito un grande striscione con la scritta: "Crisi sanitaria crisi sociale crisi ecologica per salvarci dobbiamo cambiare sistema". (Fanpage.it)

Momenti di tensione e scontri in piazza Castello in occasione della manifestazione per il Primo Maggio organizzato dall’opposizione sociale, No Tav, antagonisti e anarchici. Da piazza Vittorio è arrivato in piazza Castello dove si è ricongiunto con un altro presidio organizzato da Cub, Usb, disoccupati. (Nuova Società)

Tutto ha inizio alle 9 del mattino circa quando in Piazza Vittorio Emanuele si radunano i manifestanti che fanno capo al corteo sociale. Quello torinese è stato un Primo Maggio di tensione e contestazione. (TorinoToday)

Tensione in piazza Castello a Torino, dove il corteo dell'area antagonista e del movimento No Tav ha cercato di sfondare il cordone delle forze dell'ordine per raggiungere il Municipio dove si tiene la cerimonia ufficiale dei sindacati con la sindaca e l'arcivescovo. (leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr