1 maggio, scontri alla manifestazione di piazza Castello a Torino

Il Fatto Quotidiano INTERNO

La polizia ha fatto indietreggiare i manifestanti con una carica di alleggerimento.

Nel corso del presidio, alcuni attivisti hanno esposto una ghigliottina con i volti del primo ministro Mario Draghi

“Non serve transizione ecologica, ma una rivoluzione ecologica e sociale” hanno rivendicato i manifestanti.

Tensione in piazza Castello a Torino, dove il corteo organizzato dal movimento No Tav ha cercato di sfondare il cordone delle forze dell’ordine per raggiungere il municipio, dove si teneva la cerimonia ufficiale dei sindacati con la sindaca Chiara Appendino e l’arcivescovo. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altre testate

Quello torinese è stato un Primo Maggio di tensione e contestazione. Tutto ha inizio alle 9 del mattino circa quando in Piazza Vittorio Emanuele si radunano i manifestanti che fanno capo al corteo sociale. (TorinoToday)

Tensione in piazza Castello a Torino, dove il corteo dell'area antagonista e del movimento No Tav ha cercato di sfondare il cordone delle forze dell'ordine per raggiungere il Municipio dove si tiene la cerimonia ufficiale dei sindacati con la sindaca e l'arcivescovo. (leggo.it)

Ma non appena ha tentato di girare verso piazza Palazzo di Città sono partite le cariche. Momenti di tensione e scontri in piazza Castello in occasione della manifestazione per il Primo Maggio organizzato dall’opposizione sociale, No Tav, antagonisti e anarchici. (Nuova Società)

La cerimonia è stata aperta da alcuni brani eseguiti dalla banda musicale della Città di Torino ed è stata seguita da un minuto di raccoglimento per le numerose vittime sul lavoro che ci sono state negli ultimi giorni sul territorio (Fanpage.it)

Alcuni dimostranti sono entrati in contatto coi poliziotti in Piazza Castello. Il corteo, composto da militanti dei centri sociali, antagonisti e No Tav, ha cercato di raggiungere il Municipio che era protetto da un cordone di agenti delle forze dell'ordine: questi ultimi li hanno allontanati con una piccola carica (Corriere della Sera)

Torino - Una ghigliottina artigianale con fantocci con le facce di Draghi, Letta e Landini è stata allestita in piazza Castello, a Torino, dove in occasione della festa del Primo Maggio si sono date appuntamento più di mille persone che hanno accolto l'invito di Usb, Potere al Popolo, No Tav e Rifondazione comunista. (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr