Da Enea, il vademecum contro il caro energia per uffici e negozi

BusinessWeekly ECONOMIA

Dopo la recente pubblicazione da parte del Ministero della Transizione Ecologica del Piano nazionale di contenimento dei consumi di gas naturale, l’ENEA ha proposto una Guida rivolta a uffici e negozi per risparmiare sui consumi di energia e abbattere i costi in bolletta. Risparmio energetico in ufficio Tra i consigli per gli uffici, c’è quello di utilizza prevalentemente le scale e non l’ascensore. (BusinessWeekly)

Ne parlano anche altri giornali

Come risparmiare gas in casa, per limitare gli effetti più duri del caro bollette in questo periodo di grave crisi energetica? È questa la domanda che tutti ci stiamo ponendo in vista dei mesi più freddi dell’autunno e dell’inverno, quando i nostri consumi di gas irrimediabilmente cresceranno. (Tiscali)

La crisi energetica di cui è protagonista l’Europa porta ad essere più parsimoniosi e ad evitare gli sprechi. E non solo per le famiglie, ma anche per le imprese e i consumatori. (MenteFinanziaria.it)

Capire come risparmiare sul gas è senza dubbio il primo passo per ridurre le spese in bolletta. A ben guardare, infatti, i costi, rispetto agli anni passati, sono più che raddoppiati e si rende necessario adottare misure ed accorgimenti via via più incisivi, per arginare l’impatto che questa spesa sta ricoprendo sul bilancio delle famiglie. (gazzettadimilano.it)

L’importanza dei coperchi Quando dobbiamo far bollire l’acqua, coprendo la pentola con un coperchio facciamo sì che si raggiunga più in fretta l’ebollizione, risparmiando di fatto sui consumi di gas. (idealista.it/news)

Cucina sostenibile Come risparmiare energia in cucina: le otto regole d'oro di Benedetta Rossi di Fabiana Salsi La blogger, scrittrice e conduttrice televisiva ha stilato una lista di consigli relativi a strumenti, tecniche e trucchi utili per non sprecare gas e elettricità, che stanno diventando sempre più cari (Corriere della Sera)

E’ incombente il rischio di precipitare in condizioni di povertà relativa per quasi un quarto della popolazione. Come federazione di categoria operante sul territorio siciliano, paventiamo la conclusione dell’attività di centinaia e centinaia di realtà con conseguenti sospensioni dal lavoro o licenziamenti per migliaia di lavoratori. (Quotidiano di Ragusa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr