Djokovic rischia fino a cinque anni di carcere in Australia

Djokovic rischia fino a cinque anni di carcere in Australia
Altri dettagli:
La Settimana TV SALUTE

Secondo la sua reale dichiarazione, Djokovic ha ammesso di aver infranto le regole Covid della Serbia, essendo stato visto in giro nonostante fosse consapevolmente risultato positivo.

Sembrerebbe che la telenovela “Djokovic in Australia” sia destinata a proseguire ancora per molto tempo.

Secondo l’Australia’s Crimes Act, fornire informazioni fuorvianti alla corte è un crimine punibile con cinque anni di carcere. (La Settimana TV)

Su altri giornali

Djokovic esegue un test antigenico rapido – che è negativo – e, secondo Djokovic, esegue anche il test PCR ufficiale e approvato “con estrema cautela”. L’Australian Border Force (ABF) sta indagando se Djokovic abbia presentato un avviso di viaggio falso prima di arrivare in Australia. (Altrospettacolo)

Il governo ha accettato di sospendere l’espulsione di Novak Djokovic così come stabilito dalla Corte federale australiana, riferisce il legale del tennista. In mattinata il ministero dell’immigrazione australiano aveva annunciato di aver annullato per la seconda volta il visto del tennista n. (Ticinonews.ch)

"Ammiro molto Djokovic - ha spiegato la 9 volte vincitrice di Wimbledon a 'Good Morning Britain' - e l'ho spesso difeso nei dibattiti, ma stavolta non mi trovo d'accordo con la sua scelta di non farsi vaccinare. (TennisItaliano.it)

Quello che sappiamo: Novak Djokovic e l'Australian Open Chronology

Il governo Morrison è fortemente impegnato a proteggere i confini dell’Australia, in particolare in relazione alla pandemia di Covid-19». Djokovic rischia anche di non poter mettere piede in Australia per i prossimi tre anni (Il Dubbio)

Attualmente, il serbo si trova bloccato a Melbourne ed è stato sospeso dal tabellone degli Australian Open. Il classe 1987 ha sempre lasciato intendere di non essersi vaccinato, pur senza dirlo esplicitamente. (Calcio e Finanza)

Djokovic, potrebbe anche chiedere il ricorso e dare il via a un nuovo processo bis. Se fanno appello, vogliono un processo semplificato con tempi ridotti per le osservazioni scritte e le prove verbali (361 Magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr