Lazio, le motivazioni del Tribunale Federale per il caso tamponi: "Responsabilità dei medici"

Lazio, le motivazioni del Tribunale Federale per il caso tamponi: Responsabilità dei medici
La Lazio Siamo Noi SPORT

Lotito inibito per 7 mesi, i medici Rodia e Pulcini per 12, multa di 150.000 euro alla società.

Lazio, a Formello festa per Radu: c'è Favalli per il passaggio di consegne. Lazio, Acerbi fino al 2025: accordo raggiunto, la firma in estate. TORNA ALLA HOME

I capi d'accusa sono mossi perlopiù ai medici, per questo Lotito punterebbe all'assoluzione o a una riduzione della condanna.

Questa la decisione del Tribunale Federale in merito al caso tamponi in cui è stata coinvolta la Lazio. (La Lazio Siamo Noi)

La notizia riportata su altre testate

E' palese la responsabilità della componente medica per il brevissimo lasso di tempo intercorso dall'intervenuta ricezione della comunicazione delle positività alla fine dell'allenamento". Tuttavia avrebbe dovuto imporre un comportamento idoneo a vietare ai positivi di poter rientrare nei ranghi della squadra ed imporre loro l'isolamento previsto" (Fantacalcio ®)

Su questo, il collegio giudicante ha dato ragione infatti alla Lazio. Ma la responsabilità più grave, quella di non aver avvertito le Asl dei casi di positività emersi nel gruppo squadra, è soprattutto dei medici, mentre su questo fronte non si può accertare il coinvolgimento di Claudio Lotito. (Tutto Napoli)

Tamponi Lazio, le colpe dei medici e quelle di Lotito: le motivazioni della sentenza. vedi letture. La Lazio ha violato i protocolli anti Covid e per questo deve essere condannata. Prossima puntata: il processo di appello (TUTTO mercato WEB)

Caso tamponi Lazio, le motivazioni della sentenza: i responsabili principali sono i medici

Definite “gravissime” le violazioni perpetrate, anche se il Tribunale parla di “assenza di parametri tipizzati“, cioè di una specifica giurisprudenza, e vuole rimanere nel “perimetro quantitativo formulato dalla Procura”. (RomaNews)

Definite “gravissime” le violazioni perpetrate, anche se il Tribunale parla di “assenza di parametri tipizzati”, cioè di una specifica giurisprudenza, e vuole rimanere nel “perimetro quantitativo formulato dalla Procura”. (Pagine Romaniste)

Questa la sentenza per aver violato i protocolli sanitari anti Covid-19. La Procura aveva però chiesto 13 mesi e 10 giorni per il presidente biancoceleste. (Toro News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr