Michael Gargiulo, lo squartatore di Hollywood, è stato condannato a morte

Michael Gargiulo, lo squartatore di Hollywood, è stato condannato a morte
Corriere della Sera CULTURA E SPETTACOLO

di Massimo Gaggi. Al processo ha partecipato anche l'attore Ashton Kutcher, che usciva con Ashley Ellerin, una delle vittime.

Ma nel frattempo Michael se n’era andato in California dove ha ucciso almeno altre due donne, nel 2001 e nel 2005, senza lasciare tracce.

Ora, mentre sconta la pena in California, Gargiulo verrà temporaneamente estradato in Illinois dove verrà processato per l’assassinio del 1993: rischia da un minimo di 25 anni all’ergastolo

Che quattro anni dopo uccise senza lasciare tracce la 32enne Maria Bruno, madre di quattro figli. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altre fonti

Tra le sue vittime Ashley Ellerin, ritrovata nella sua abitazione di Hollywood, massacrata da 47 pugnalate nel febbraio 2001. Gargiulo è sotto processo anche in Illinois per l’assassinio di una donna nel 1993 (L'HuffPost)

Lo "squartatore di Hollywood", Michael Gargiulo, è stato condannato a morte per aver ucciso due donne e per aver tentato di ammazzarne un'altra. In aula Gargiulo ha detto: "Vengo condannato a morte in modo ingiusto e ingiustificato. (laRegione)

Ashton Kutcher testimonia il 29 maggio 2019 a Los Angeles, California, durante il processo al cosiddetto serial killer “Hollywood Ripper” Michael Garciulo (foto di Frederick M. Brown / Getty Images). “È uscita dal bagno. (Lamezia in strada)

Michael Gargiulo, lo “squartatore di Hollywood” condannato a morte: ha ucciso due donne e ne ha…

Video: Sos incendi, gli Stati Uniti bruciano (Mediaset). Tra le sue vittime Ashley Ellerin, ritrovata nella sua abitazione di Hollywood, massacrata con 47 pugnalate nel febbraio 2001. (Notizie - MSN Italia)

Michael Gargiulo, lo “squartatore di Hollywood”, è stato condannato a morte per l’omicidio di due donne. Durante la lettura della sentenza, il condannato Michael Gargiulo ha attaccato la corte dicendo che la sua condanna è ingiusta ed ingiustificata, lamentandosi poi del fatto che non gli è stato permesso di testimoniare (Ck12 Giornale)

L’altra vittima era Maria Bruno, 32 anni e madre di quattro bambini: Gargiulo l’ha uccisa e le ha tagliato il seno per rimuovere le protesi. In aula Gargiulo ha detto: “Vengo condannato a morte in modo ingiusto e ingiustificato. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr