Un anno di covid, le dirette di Di Maio e il prof Vicini: "Convivere col virus senza sottovalutazioni. Ma chi può lavorare in sicurezza deve farlo"

Un anno di covid, le dirette di Di Maio e il prof Vicini: Convivere col virus senza sottovalutazioni. Ma chi può lavorare in sicurezza deve farlo
ForlìToday SALUTE

Sia il prof. Vicini che io non abbiamo ritorni diretti o indiretti da questa attività, se non il piacere di rendersi utili

In quella prima diretta abbiamo parlato di "virus della paura" perchè non immaginavamo la portata dell'epidemia, che poi è diventata pandemia.

Sempre meno persone credono alle bufale e nel nostro piccolo, assieme al prof. Vicini, abbiamo cercato di contribuire a smontarle e sminuirle. (ForlìToday)

Su altri giornali

Le reazioni avverse riferite alla seconda dose sono riportate come più lievi e meno frequenti rispetto a quelle correlate alla prima dose. (Radio Più)

Nel cuneese sono 28292 i cittadini “over 80 anni” che hanno “pre-aderito” alla vaccinazione contro il Covid-19. Domani, in base alle comunicazioni ricevute dall’Unità di Crisi, è atteso l’arrivo di 51. (TargatoCn.it)

Sabato, infatti, sono stati sottoposti al vaccino di AstraZeneca i primi 267 operatori "under 55" delle scuole private sul territorio dell’Usl 3. Così, ad esempio, sono rimaste a casa due sezioni su tre del nido San Domenico Savio di Mestre, vista l’assenza delle due maestre, una delle quali rimasta a casa con 39.5 di febbre. (La Nuova Venezia)

Vaccini Covid, effetti "spettacolari" sui ricoveri: lo studio

Prosegue intanto la raccolta di adesioni per la nuova fase della campagna vaccinale rivolta agli over80 e al personale scolastico, universitario e della formazione professionale. Dall’inizio della campagna si è quindi proceduto all’inoculazione di 323.776 dosi (delle quali 134.920 come seconda), corrispondenti al 75,5% delle 428.670 finora disponibili per il Piemonte. (La Provincia di Biella)

“O si introducono elementi di aggiustamento del sistema a fasce oppure rischiamo di trovarci in ritardo con l’accelerazione del virus, con la variante inglese nelle prossime settimane ci aspettiamo un incremento importante dei casi. (L'HuffPost)

Gli effetti della prima dose di Pfizer e AstraZeneca sui ricoveri. Secondo quanto osservato dallo studio scozzese, i ricoveri ospedalieri si sono ridotti dell’85% per il vaccino di Pfizer e del 94% per quello di AstraZeneca. (Virgilio Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr