Bonus facciate, proroga assente nella Legge di Bilancio 2022? Agevolazioni sulla casa priorità per i lettori

Informazione Fiscale INTERNO

Bonus facciate, proroga assente della Legge di Bilancio 2022?

La proroga del bonus facciate sembra essere la grande assente della Legge di Bilancio 2022, almeno in questa fase embrionale della Manovra.

Le agevolazioni sulla casa priorità per i lettori. Stando alle prime indiscrezioni sulle novità in arrivo con la Legge di Bilancio 2022, però, le conferme delle agevolazioni sarebbero parziali.

Bonus facciate, proroga assente nella Legge di Bilancio 2022?

Le conferme che sembrano prendere forma con la Legge di Bilancio 2022 sembrano essere coerenti con queste considerazioni: una proroga, parziale e ristretta, sui bonus casa è possibile

(Informazione Fiscale)

Se ne è parlato anche su altri media

Perciò Mario Draghi, in Parlamento per un'informativa sul Consiglio Ue, viene sommerso di richieste di ampliare il Superbonus al 110%. Sindacati contro quota 102 Si prevede la rimodulazione del 110% ai soli condomini e l'eliminazione per le facciate. (Rai News)

Bonus facciate verso il tramonto, ma è possibile procedere con il completamento dei lavori anche nel 2022. A prescindere dalla proroga, grande assente della Legge di Bilancio, c'è più tempo per concludere gli interventi a patto che le spese siano sostenute entro la scadenza del 31 dicembre. (Informazione Fiscale)

Dovrebbero essere prorogati a tutto il 2023 Ecobonus, Sismabonus, Bonus mobili e Bonus verde ma non il Bonus Facciate, che - in effetti - non viene menzionato nel documento I bonus edilizi. Passiamo subito ad esaminare la parte 'dedicata' ai bonus edilizi. (ingenio-web.it)

Bonus facciate: chi ne ha diritto e a quanto ammonta. Possono usufruire del bonus facciate le seguenti categorie – Centro storico – edilizia storica. (QuiFinanza)

Nella bozza della Legge di Bilancio 2022, che nei prossimi giorni verrà approvata dal Consiglio dei Ministri, non c’è più traccia di questo bonus. Sono coperti dal bonus esclusivamente gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi. (greenMe.it)

Ad esempio, se su una spesa preventivata di 1.000 viene versato 500 entro fine 2021, si potrà cedere il bonus per un valore nominale di 450 (il 90% di 500, per l’appunto) Il discorso non è chiuso, perché bisogna attendere l’ufficialità con la legge di Bilancio 2022. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr