Giuseppe Calvaruso, il boss-manager della mafia che fa picchiare i rapinatori

Giuseppe Calvaruso, il boss-manager della mafia che fa picchiare i rapinatori
Il Riformista INTERNO

Nessuna azione criminale senza autorizzazione del boss era tollerata, nessuna attività commerciale o artigianale apriva senza l’ok di Cosa nostra

Giuseppe Calvaruso è stato fermato dai carabinieri mentre scendeva con la scala mobile al piano terra dell’aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo.

E’ considerato il nuovo capo del mandamento Pagliarelli, una delle organizzazioni mafiose siciliane più potenti, con base operativa nell’area sud-orientale di Palermo. (Il Riformista)

Se ne è parlato anche su altri media

Ma il pranzo di Pasqua gli è stato fatale e Giuseppe Calvaruso è stato arrestato. I rapinatori sono stati individuati dalla cosca e l’ideatore dei colpi è stato attirato in un garage, e pestato a sangue anche alla presenza del boss Calvaruso (Corriere della Sera)

"A Palermo c'è pitittu, per la crisi". "Dobbiamo fare come a quelli che si facevano rompere le braccia per 300 euro? Il boss di Altarello faceva allora una considerazione: "Questo però significa che c'è pitittu a Palermo, per la crisi. (PalermoToday)

"L'operazione antimafia 'Brevis', condotta dal comando provinciale dei carabinieri, grazie alla quale è stato colpito il mandamento mafioso di Pagliarelli, conferma l'impegno senza sosta delle forze dell'ordine e della magistratura nel contrasto a Cosa nostra e a tutti i tentativi di riorganizzazione criminale, attraverso un perverso rapporto tra controllo del territorio e collegamenti delinquenziali internazionali''. (PalermoToday)

Mafia, arrestato in aeroporto il boss di Cosa nostra Calvaruso: era appena tornato dal Sud America

Appena arrivato sul posto l'ideatore dei colpi fu pestato a sangue alla presenza del boss Giuseppe Calvaruso: una lezione per lo sgarro E così cosa nostra decise di attrarre il responsabile in un garage, sequestrando al suo interno alcuni complici. (Giornale di Sicilia)

Scoperta anche piantagione di marijuana. Custodivano un arsenale nella casa di campagna in cui vivevano nel quartiere Borgonuovo a Palermo. Oltre alle armi, un fucile semiautomatico Beretta e quattro pistole, i carabinieri hanno scoperto nella porcilaia della casa una piantagione di marijuana coltivata grazie a speciali lampade collegate abusivamente alla rete elettrica (LaPresse)

Torna a Palermo dal Brasile per festeggiare la Pasqua con la famiglia ma finisce in manette . Arrestato all’alba di oggi dai carabinieri Giuseppe Calvaruso , ritenuto capo del mandamento mafioso palermitano di Pagliarelli, che da tempo si era trasferito in Brasile. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr