F1 Gp Spagna 2022/Analisi on board Ferrari F1-75: migliora il race pace con gomma soft

FUNOANALISITECNICA SPORT

Un terzo turno di libere caratterizzato da un lavoro specifico sul passo gara per uscire dalle difficoltà mostrate ieri.

Qualche problemino è sorto sul passo gara, specie con mescole medie che hanno creato qualche grattacapo a Charles Leclerc.

analisi dei micro settori tra Max Verstappen (Oracle Red Bull Racing) e Charles Leclerc (Scuderia Ferrari). F1 – Autore: Diego Catalano – @diegocat1977. . Foto: F1, Scuderia Ferrari F1. (FUNOANALISITECNICA)

Se ne è parlato anche su altri media

McLaren e Aston Martin invece hanno entrambe rivoluzionato le proprie auto a Barcellona, senza però denotare una crescita nel confronto con le ultime prestazioni Non la migliore delle sue tredici pole position a detta dello stesso Leclerc, ma quella di Barcellona occuperà sicuramente un posto speciale nella personale classifica del monegasco. (FormulaPassion.it)

Il pilota monegasco della Ferrari fa segnare il miglior tempo sul Circuit de Catalunya in 1'18"750, davanti al rivale della Red Bull Max Verstappen (+0"323) e il compagno di box Carlos Sainz (+0"416). (SPAGNA) - Charles Leclerc ottiene la pole position del Gran Premio di Spagna di Formula 1. (La Provincia di Cremona e Crema)

12 mesi fa infatti Verstappen aveva rischiato l’incidente con Lewis Hamilton per riuscire ad uscire al comando dal primo destra-sinistra. Un anno fa l’olandese della Red Bull era affiancato in griglia a Lewis Hamilton, quest’anno lo è a Charles Leclerc (FormulaPassion.it)

Battuto l'olandese della Red Bull, poi c'è il compagno di squadra spagnolo davanti a Russell e Perez. così la q1 — In Q1 miglior tempo di Leclerc davanti a Sainz e Verstappen (La Gazzetta dello Sport)

Peccato, ma partire dalla prima fila è comunque un buon risultato. Certo, avrei voluto fare l’ultimo tentativo (Sky Sport)

Grazie a questo risultato, limitatamente alla storia del team di Maranello, Leclerc ha eguagliato una leggenda come il milanese Alberto Ascari, campione del mondo con la Rossa nel 1952 e nel 1953. Nello specifico, i primi a fermarsi a quota 13 furono Graham Hill e Jack Brabham, entrambi protagonisti tra la fine degli anni ’50 e la metà del decennio successivo con un complessivo di cinque titoli iridati conquistati. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr