Freestyle all'Arco della Pace: anche Milano si unisce alle proteste per l'arresto del rapper Pablo Hasel. Video

Freestyle all'Arco della Pace: anche Milano si unisce alle proteste per l'arresto del rapper Pablo Hasel. Video
MilanoToday.it ESTERI

Un presidio a suon di freestyle all'Arco della Pace.

Così il collettivo Kasciavit ha voluto dimostrare la sua solidarietà al rapper spagnolo Pablo Hasel, condannato a 9 mesi di carcere per insulti alla monarchia nei testi delle sue canzoni.

Proprio per solidarizzare con i dimostranti catalani, sabato 20 febbraio, gli attivisti del collettivo milanese hanno organizzato un presidio all'Arco della Pace, con numerosi artisti che si sono esibiti in un freestyle per chiedere l'immediata liberazione di Hasel

Una vicenda, quella del rapper catalano, che sta infiammando gli animi dei molti manifestanti che, in Spagna, stanno da giorni mettendo a ferro e fuoco il centro di Barcellona, tanto da spingere le proteste per l'arresto dell'artista fin oltre i confini spagnoli. (MilanoToday.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Come già successo nelle quattro precedenti serate, poco dopo le ore 20 piccoli gruppi di dimostranti violenti hanno preso progressivamente il posto dei manifestanti pacifici. La polizia catalana ha messo in atto oggi un forte dispositivo di sicurezza per cercare di evitare che la situazione degeneri. (Video - La Stampa)

Intanto la confindustria catalana chiede alle autorità regionali e locali un intervento forte per riportare la situazione sotto controllo. Lo spagnolo, Alto rappresentate dell'Unione Europea per gli Affari Esteri, molto loquace quando si tratta di altri paesi sembra aver essere quantomeno distratto su quanto accade nel suo paese. (L'AntiDiplomatico)

Circa mille persone - secondo la polizia municipale - si sono riunite vicino alla stazione di Sants e hanno marciato verso il centro. I dimostranti continuano a chiedere il rispetto della libertà d'espressione e la scarcerazione del rapper Pablo Hasél. (Sky Tg24 )

Barcellona, la violenza non si ferma: sesta notte di scontri tra polizia e manifestanti pro rapper

13 persone sono rimaste ferite o contuse e per due si è reso necessario il ricovero in ospedale 31 le persone arrestate a Barcellona, secondo El Pais, due a Tarragona e una a Lleida. (Ticinonline)

Scene di guerriglia urbana a Barcellona. I Mossos hanno denunciato di esser stati lasciati soli ad affrontare le tensioni del momento e hanno chiesto di non essere «strumentalizzati» politicamente (Ticinonews.ch)

Barcellona, la violenza non si ferma: sesta notte di scontri tra polizia e manifestanti pro rapper. Sesta notte consecutiva di violenti scontri tra manifestanti e forze dell'ordine a Barcellona nelle proteste di piazza a sostegno di Pablo Hasél il rapper condannato al carcere per vilipendio alla monarchia e apologia del terrorismo. (Rai News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr