«Se il Padova viene promosso niente festeggiamenti»

«Se il Padova viene promosso niente festeggiamenti»
Il Mattino di Padova CULTURA E SPETTACOLO

Un sacrificio necessario in considerazione del momento delicato dal punto di vista sanitario

padova. . Ci sono i “se”, gli scongiuri, la scaramanzia ma, insomma, gli apparati della pubblica sicurezza cittadina devono pianificare il fine settimana e tra i numerosi appuntamenti c’è anche l’ipotetica promozione in B del Calcio Padova.

Ma su questo il prefetto Renato Franceschelli è tassativo come un cartellino rosso: «Non saranno ammessi festeggiamenti che creino assembramento». (Il Mattino di Padova)

Su altre fonti

Il paese, listato a lutto, si è fermato ieri mattina per l’ultimo saluto a don Vittorio Stecca, l’amato parroco che lunedì mattina è morto, a 66 anni, per il Covid-19. Don Vittorio era nato a Padova ma apparteneva alla parrocchia di Torreglia, dove risiedeva la famiglia: il papà Emilio, la mamma Teresa, il fratello Angelo e la sorella Rosanna. (Il Mattino di Padova)

I risultati descritti nello studio consentiranno il disegno di molecole in grado di bloccare il legame della proteina ICP4 con le strutture G-quadruplex, bloccando molto specificamente il ciclo vitale e i numerosi danni causati da questo virus Se da un lato solo l’herpes simplex di tipo 1 possiede ICP4, i G-quadruplex si stanno rivelando importantissimi regolatori della trascrizione della cellula, al punto che definiscono il tipo cellulare. (PadovaOggi)

I fatti. Tutto ha inizio il 4 aprile, quando il sindaco di Brugine si reca dai militari dell'Arma per denunciare un increscioso fatto: qualcuno aveva infatti imbrattato il monumento ai caduti delle Grandi Guerre in piazza Ungheria proprio a Brugine, disegnando sulla base marmorea con un pennarello indelebile la figura di un pesce con la scritta "1 aprile 2021" e apponendo anche un cartello con frasi prive di senso e il risultato di una partita di calcio. (PadovaOggi)

Viaggia in auto con un coltello di oltre 30 centimetri nascosto nel bagagliaio: conducente nei guai

A conti fatti c’è un boom solo sulla carta e la ripartenza in zona gialla lascia non pochi strascichi di proteste. Infine una parte di ristoranti del montagnanese ha scelto di aprire direttamente la prossima settimana (Il Mattino di Padova)

53 i pazienti ricoverati all'ospedale di Schiavonia di cui 5 in terapia intensiva, 50 pazienti ricoverati all'ospedale di Cittadella di cui sette in terapia intensiva, 12 pazienti ricoverati all'ospedale di Camposampiero di cui due in terapia intensiva, 6 pazienti ricoverati all'ospedale di Piove di Sacco di cui due in terapia intensiva e un paziente ricoverato in area non critica all'ospedale di Conselve. (PadovaOggi)

I fatti. È successo proprio a Este: i militari dell'Arma hanno fermato l'uomo mentre era alla guida della sua Volkswagen Scirocco, decidendo di perquisire l'auto. Una mossa che si è rivelata azzeccata: i carabinieri hanno infatti trovato nascosto nel bagagliaio un coltello a scatto della lunghezza complessiva di ben 32 centimetri. (PadovaOggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr