Non lasciate a sé stessa la protesta annunciata

Non lasciate a sé stessa la protesta annunciata
Avvenire INTERNO

Proprio perché i segnali vengono da lontano e da tempo sono ben distinguibili, c’è la responsabilità di trovare una risposta veloce, giusta ed efficace.

Sono numerosi e seri i segnali di disagio sociale e di crisi economica accumulati dall’inizio della pandemia a oggi.

Ma sono ormai parecchie le volte in cui è stato chiesto un 'ultimo sacrificio', divenuto poi, purtroppo, numeri del contagio alla mano, il 'penultimo'. (Avvenire)

La notizia riportata su altri giornali

(LaPresse) – Sono circa 3mila i ricorsi già presentati nelle Prefetture di tutta Italia contro le multe comminate agli esercenti che, nonostante le regole, hanno aperto i propri esercizi: bar, ristoranti, locali. (LaPresse)

«Io ho aperto da gennaio, perché da un anno non è cambiato nulla, nonostante tutte le chiusure», ha detto Ferrari. Ferrari spiegò orgoglioso di «aver avuto oltre 300mila visualizzazioni in pochi giorni e un riscontro anche su Twitter negli Usa». (La Gazzetta di Reggio)

Così il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, incontrando in piazza Galimberti, nel centro di Cuneo, gli ambulanti di generi non alimentari dei mercati. Sono 1.280 i furgoncini dei commercianti ambulanti che oggi hanno raggiunto Firenze per la manifestazione organizzata dall’associazione Assidea per chiedere le riaperture dei mercati, causando disagi alla circolazione nelle vie intorno al centro cittadino. (ilFormat)

"Portiamo le imprese fuori dalla pandemia". Manifestazione di protesta "a distanza" del 7 aprile

Covid, manifestazioni contro le chiusure. Nella mattinata del 7 aprile hanno manifestato a Torino gli ambulanti dei generi non alimentari nei mercati. “Le violenze vanno sempre condannate e quelli che si sono macchiati di violenza sono persone che non hanno la mia vicinanza […] (News Mondo)

Per il futuro della protesta, invece: “Se non ci daranno risposte entro 48 ore, alla prossima manifestazione saremo in 10 mila”. (Corriere TV)

precedenti confronti sull’amara situazione in cui versano ad oggi le imprese del commercio, i cui “ristori” e “sostegni” proclamati dal Governo sono del tutto insufficienti, Le formalizziamo le ns. Concludiamo pertanto questa ns (Oltre Free Press)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr