Djokovic non può entrare in Canada e si ritira dal torneo di Montreal, il Congresso chiede un visto speciale per gli US Open

Djokovic non può entrare in Canada e si ritira dal torneo di Montreal, il Congresso chiede un visto speciale per gli US Open
SportFair SPORT

Al momento Djokovic non può entrare negli USA, l’ultima possibilità per il serbo è quella di ricevere un’esenzione

Due membri del Congresso, Claudia Tenney e Louie Gohmert, si sono rivolti al presidente Joe Biden per permettere a Djokovic di prendere parte al torneo a New York.

Un argomento sempre molto caldo è quello legato a Novak Djokovic, la partecipazione del serbo agli US Open è sempre più incerta. (SportFair)

La notizia riportata su altri giornali

O se non gli verrà concesso - ipotesi improbabile - un lasciapassare ad personam Novak Djokovic si è dovuto cancellare dal Masters 1000 di Montreal, al via l'8 agosto. (la Repubblica)

Il tennista serbo si è dovuto chiamare fuori dalla competizione poiché non può entrare in territorio canadese in quanto non si è sottoposto al ciclo di vaccinazione contro il Covid-19. Si tratta di un pessimo segnale anche in vista degli US Open, che scatteranno il prossimo 29 agosto. (OA Sport)

Ma la sua presenza è sempre più a rischio Novak Djokovic si è cancellato dal Masters 1000 di Montreal, in programma la prossima settimana sui campi in cemento canadesi. (la Repubblica)

Novak Djokovic, c'è l'annuncio ufficiale: niente da fare per il serbo

Spinti anche da una petizione online con più di 50mila firme per promuovere un permesso a Novak Djokovic, alcuni membri del Congresso statunitense si sono infatti mossi in via ufficiale per chiedere un visto speciale per Djokovic. (Tennis World Italia)

La richiesta ufficiale, inviata al segretario di Stato Antony Blinken, poi condivisa sui suoi profili social, recita: "Impedire a grandi atleti come il 21 volte campione Slam Novak Djokovic di competere in eventi di alto profilo riduce la loro importanza vitale dal punto di vista economico e diplomatico, senza che ci sia un beneficio tangibile per la salute pubblica". (Tuttosport)

L'uomo ha realizzato un tweet abbastanza chiaro a riguardo: "C'è qualche tennista attivo che esorta gli Stati Uniti a fare giocare Novak Djokovic o no? Tra i vari che hanno appoggiato Nole c'è anche l'esperto tennista americano John Isner. (Tennis World Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr