Record di iscritti in disoccupazione, ma la Casa Bianca minimizza

Record di iscritti in disoccupazione, ma la Casa Bianca minimizza
Ticinonline Ticinonline (Economia)

Ma al di là dei commenti della Casa Bianca il numero delle richieste di sussidi «è disastroso», affermano alcuni analisti.

Con la chiusura delle aziende e delle attività un tale annuncio è un primo assaggio della grave recessione economica che gli Stati Uniti dovranno affrontare nel tentativo di contenere il virus.

Se ne è parlato anche su altri giornali

L’obiettivo per gli Stati Uniti, come per l’Europa, sarà la difesa dei posti di lavoro con ogni mezzo disponibile. (Investire.biz)

Venerdì 3 aprile il dato sulla disoccupazione. Il tasso di disoccupazione, di fronte a simili numeri, potrebbe salire presto oltre il 10% dai minimi record del 3,5 per cento. (Il Sole 24 ORE)

la misura normale; le aspettative per oggi raggiungono i 3 milioni di unità: ben quattro volte rispetto al precedente record storico, fissato nel 1982. Ma non si può rimanere insensibili davanti all’inversione di tendenza fatta registrare negli Stati Uniti dal rapporto fra mercato azionario (S&P500) e mercato obbligazionario (Treasury Bond). (Yahoo Finanza)

Gli iscritti alle liste di disoccupazione negli Usa nella settimana conclusa lo scorso 12 marzo volano a 3.283.000 di unità, oltre 3 milioni di unità più della precedente settimana, per l'impatto della crisi del coronavirus. (AGI - Agenzia Italia)

Il rally dei listini è dettato dagli investitori che guardano al piano di stimoli in dirittura d'arrivo. E impallidisce anche il record delle 665.000 unità registrato nel marzo del 2009, al picco della crisi finanziaria. (Il Messaggero)

Le stime degli analisti erano per un aumento a 1,66 milioni. Boom delle richieste di sussidio alla disoccupazione negli Stati Uniti con lo scoppio dell’epidemia di coronavirus che ha causato la chiusura di aziende e servizi. (Finanzaonline.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.