Vaccini, Farmindustria incontra Giorgetti giovedì per la produzione in Italia

Vaccini, Farmindustria incontra Giorgetti giovedì per la produzione in Italia
Il Sole 24 ORE INTERNO

«Le grandi multinazionali farmaceutiche - dice Scaccabarozzi - hanno tutto l’interesse a stringere accordi di produzione per conto terzi».

Farmindustria: 4-6 mesi da inizio produzione. . I tempi di produzione sono comunque sono lunghi.

L’obiettivo è arrivare all’incontro di giovedì con una mappa delle aziende associate dotate delle macchine adatte «per partecipare eventualmente alla produzione».

Loading. (Il Sole 24 ORE)

La notizia riportata su altri giornali

Verso il via libera alla strategia inglese per il vaccino AstraZeneca. Il problema vero è la produzione del vaccino perché servono delle macchine particolari, i reattori biologici (Quotidiano.net)

Importante anche l'infialamento: alcune hanno già delle macchine per questo passaggio della produzione, ma bisogna vedere se sono adatte a infialare proprio quei vaccini Lotta alla pandemia Scaccabarozzi (Farmindustria): "Ci vogliono 4 o 6 mesi per fare i vaccini in Italia" Il nuovo esecutivo chiede a Farmindustria di contribuire all'approvvigionamento di vaccini. (Rai News)

Con riferimento al servizio “Poveri con il lavoro” andato in onda nel corso della puntata del 22.05.2019, durante il quale abbiamo affrontato il fenomeno del c.d. Ci scusiamo se quanto diffuso nel corso del servizio possa aver ingenerato confusione sul ruolo e sulla correttezza del suo operato (La7)

Vaccini, produzione in Italia: l’idea di convertire i siti dove nasce l’antinfluenzale

Il fatto che alcune aziende si siano consorziate per produrre i vaccini ci rende fiduciosi nella loro collaboratività e apertura". I tempi (e gli ostacoli) per produrre i vaccini in Italia. L’ostacolo maggiore sembra invece essere quello della produzione vera e propria del vaccino. (Today.it)

Importante anche l’infialamento: alcune hanno già delle macchine per questo passaggio della produzione, ma bisogna vedere se sono adatte a infialare proprio quei vaccini. Per produrre i vaccini anti-Covid in Italia, “bisogna intanto sapere che cosa si vuole produrre (Il Fatto Quotidiano)

Ma sul tavolo c’è soprattutto l’altra soluzione, e cioè lo spostamento in Italia di una parte del processo produttivo dei vaccini. In particolare sulla conversione degli stabilimenti per l’antinfluenzale: «La produzione parte tra un mese — spiega — fermarla ora significherebbe non avere le dosi necessarie in autunno. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr