L’Ue critica Draghi: “Poche garanzie sulla riduzione del debito”

L’Ue critica Draghi: “Poche garanzie sulla riduzione del debito”
Più informazioni:
La Stampa INTERNO

Per questo la Commissione «invita l'Italia ad adottare, nell'ambito del processo di bilancio nazionale, le misure necessarie per limitare la crescita della spesa corrente finanziata a livello nazionale».

Richiami sulla legge di bilancio che trovano la loro spiegazione nel rapporto sul debito.

L’Italia resta un fattore di rischio per l’eurozona, e le intenzioni di Mario Draghi, su cui i partner europei fanno affidamento, non sembrano fugare i dubbi. (La Stampa)

La notizia riportata su altri media

La ripresa corre anche in Italia, che incassa da Bruxelles la promozione sulla manovra per il 2022. Nessun segno rosso sull'ossatura della legge di Bilancio inviata alle autorità comunitarie e che deve essere approvata entro dicembre. (Sky Tg24)

È un segnale: piccolo, a suo modo gentile, ma inequivocabile. Cos’ha detto Bruxelles? (Il Fatto Quotidiano)

Gli attuali tassi d'interesse molto bassi non possono essere dati per scontato, anche per via delle prospettive di inflazione che stanno cambiando. Tra le altre cose, preserva gli investimenti a livello nazionale (Il Sole 24 ORE)

Ecco il giudizio Ue sulla manovra italiana

Abbiamo chiesto un commento a Luigi Campiglio, Professore di Politica economica all’Università Cattolica di Milano: «Visto che si parla di spesa pubblica, c’è una considerazione che vorrei fare e riguarda la lotta all’evasione fiscale». (Il Sussidiario.net)

Dombrovskis ha avvertito che Bruxelles condurrà delle “revisioni approfondite” per quei Paesi in cui sono stati già identificati squilibri macroeconomici e per i tre – Italia, Cipro e Grecia – con “squilibri eccessivi”. (Il Fatto Quotidiano)

Gentiloni: "Decisione spetta al governo". Con la comunicazione di oggi sui documenti programmatici di bilancio, "è chiaro" che la Commissione Europea non affronta " questioni specifiche ", né chiede "c orrezioni specifiche. (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr