Atalanta, cosa cambia con l'arrivo di Sarri

Calciomercato.com SPORT

Stiamo parlando del fantasista sloveno Josip Ilicic e del portiere Pierluigi Gollini, che sembrano avere le ore contate a Bergamo.

NIENTE EUROPEO- Lo riporta Tuttosport, che considera anche come sia lo sloveno che il rapper con i guanti, liberi dagli impegni delle nazionali, abbiano più tempo e opportunità di valutare offerte per il loro futuro in biancoceleste

L'interesse potrebbe trasformarsi presto in trattativa, i tempi potrebbero accelerare facendo decollare il doppio affare: con l'arrivo nella panca della Lazio di Maurizio Sarri, due giocatori dell'Atalanta sembrano destinati presto alla Capitale, se ci sarà la fumata bianca. (Calciomercato.com)

Se ne è parlato anche su altri media

Nel caso dell’Atalanta Bergamasca Calcio, i tifosi hanno deciso (ovviamente usando un pizzico di fantasia), tra tanti eventi nerazzurri molto particolari, di cambiarne soltanto uno. “Chissà come sarebbero andate le cose se quella situazione si fosse svolta in un certo modo”. (SuperNews)

A questo proposito, l'ufficialità dell'ingaggio di Maurizio Sarri da parte della Lazio di Claudio Lotito potrebbe imprimere un'importante accelerata visto che entrambi i giocatori piacciono parecchio ai biancocelesti. (Tuttosport)

NIENTE EUROPEO- Lo riporta Tuttosport, che considera anche come sia lo sloveno che il rapper con i guanti, liberi dagli impegni delle nazionali, abbiano più tempo e opportunità di valutare offerte per il loro futuro in biancoceleste (Calciomercato.com)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE > > > Mercato Lazio, Sarri vuole Politano. Mercato Lazio, Politano il vero obiettivo. Il vero obiettivo per l’attacco della Lazio di Maurizio Sarri è Matteo Politano che però difficilemente lascerà il Napoli. (Stop and Goal)

Kiyine resterebbe volentieri Con ogni probabilità rimarranno Casasola e Anderson, tuttavia convinto di avere qualche chance per scalare posizioni nelle gerarchie di Sarri. (tuttosalernitana.com)

Questo è un premio che si porteranno con loro per tutta la vita e che rappresenta proprio quello che l’Atalanta cerca di fare, cioè accompagnare l’attività formativa sul campo a quella scolastica. «Questa è un’occasione che ci riempie di orgoglio - ha dichiarato Luca Percassi, amministratore delegato della Dea - perché la più grande responsabilità che ha il settore giovanile è quello di far crescere questi ragazzi. (Tuttosport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr