Donnarumma-Juve, Ravanelli racconta: "Dissi ai bianconeri di prenderlo subito, peccato"

Donnarumma-Juve, Ravanelli racconta: Dissi ai bianconeri di prenderlo subito, peccato
TUTTO mercato WEB SPORT

Già all'epoca comunicai al responsabile dei portieri che questo ragazzo andava preso subito, perché sarebbe diventato un top assoluto.

Peccato, sarebbe stato l'erede di Buffon", le sue dichiarazioni

I giovani portieri, allora, erano guidati da Fabrizio Ravanelli, che oggi a Tuttosport ha raccontato proprio come sfumò l'approdo del campione d'Europa alla Vecchia Signora: "Donnarumma era già mostruoso all'epoca, aveva il fisico di adesso ma in un ragazzino di 12 anni. (TUTTO mercato WEB)

La notizia riportata su altri media

Il portiere, intervistato da PSG TV, ha parlato dei motivi che lo hanno spinto a giocare nel club francese. Ecco un estratto delle sue parole:. “Ho sentito belle cose del club. (Spazio Milan)

Sono molto felice che mi abbia detto quelle cose e sono state una spinta a venire qui. Gianluigi Donnarumma parla a PSG TV e spiega l'importanza di Gianluigi Buffon nella decisione di andare a Parigi: "Ho sentito belle cose del club. (Calciomercato.com)

Vacanze meritate, dicevamo, ma senza distrarsi troppo APPROFONDIMENTI L'INCONTRO Donnarumma incontra Berlusconi SPORT Video IL SALUTO Donnarumma ufficializza il suo addio. La loro è una relazione molto discreta: Alessia, originaria come l'ex milanista di Castellammare di Stabia, non compare molto sui social. (Il Messaggero)

Donnarumma in vacanza: il “segreto” per restare in forma aspettando il PSG

Dal pallone ad altre rotondità, quelle delle forme suadenti di Alessia Elefante. Donnarumma, mani d’oro. (CalcioToday.it)

Gianluigiha parlato ai canali ufficiali dele, in questo contesto, ha dichiarato che nello scegliere il club francese un certo peso lo hanno avuto le parole di. Sono molto felice che mi abbia detto quelle cose e sono state una spinta a venire qui. (ilBianconero)

Con i Presidenti del Consiglio lui ha un feeling particolare, al punto da incontrare anche un ex Premier come Berlusconi. Campioni d’Europa anche grazie alle sue “manone” per citare Mattarella e a quelle parate che hanno impressionato persino il Premier Mario Draghi. (CalcioToday.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr