Donna sbranata da cani, cosa dice la legge italiana

Approfondimenti:
LaPresse INTERNO

A volerla fu l’allora Sottosegretaria alla Salute Francesca Martini che intervenne a riempire un vuoto normativo, superando la ‘Lista delle razze pericolose’ creata con ordinanza del 12 dicembre 2006 dall’ex ministra Livia Turco.L’ordinanza del 2009 sposta l’asse della responsabilità dal cane al padrone, basandosi, come si legge nel testo, sul presupposto scientifico che “non è possibile stabilire il rischio di una maggiore aggressività di un cane sulla base dell’appartenenza ad una razza o ai suoi incroci”. (LaPresse)

Se ne è parlato anche su altri media

Ma in realtà ci sono svariate differenze fra queste due razze. L'American Staffordshire Terrier, più comunemente noto come Amstaff, è un cane che viene spesso confuso con i cugini Pitbull Terrier. (Leggo.it)

L'Amstaff è un cane pericoloso? «Amstaff cane pericoloso»: una errata reputazione. (Wamiz.it)

Dramma nella serata di ieri a Sassuolo, in stato confusionale un’anziana donna di 89 anni è entrata per errore dentro il cortile privato di una villetta. Secondo una prima ipotesi i due cani potrebbero aver aggredito la vittima pensando che la bimba fosse in pericolo, quindi per istinto protettivo nei suoi confronti. (VNews24)

Anziana 89enne sbranata, il veterinario: non dipende dalla razza dei due cani, ma dalla scarsa socializzazione

Vagava in strada in stato confusionale, quando ad un certo punto si è avvicinata ad una villetta ed è entrata dentro. Tra l’altro pare che la stessa bimba avrebbe chiesto alla donna “che cosa ci fai qui”. (Fidelity News)

Le telecamere di sorveglianza della villetta hanno ripreso l’intera scena la scena I due cani le si sono avventati contro forse per istinto protettivo nei confronti della piccola di casa. (Youtvrs)

Sbranata da due cani, due Almstaff, nel cortile di una villetta a poche centinaia di metri dalla propria abitazione. Segui LaZampa.it su Facebook (clicca qui), Twitter (clicca qui) e Instagram (clicca qui). (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr