Basta una notte insonne per ammalarsi di Alzheimer

Meteo Web Meteo Web (Salute)

Il convegno-evento, realizzato grazie alla fattiva collaborazione della senatrice Paola Binetti, è organizzato dal Rotary Club Roma Capitale (distretto 2080) con la partecipazione (ad oggi) di 20 differenti club appartenenti a 5 diversi distretti italiani del Rotary International.

Ne parlano anche altri giornali

«Considerando che l’Italia è il Paese più longevo d’Europa con 13,4 milioni di ultra-sessantenni, pari al 22% della popolazione, questo problema ci riguarda molto da vicino. Una cifra che è 8 volte superiore rispetto al dato ufficiale riferito ai costi diretti -di cui il 73% a carico delle famiglie- che ufficialmente ammontano a circa 11 miliardi di euro. (Casteddu on Line)

Gli incontri, totalmente gratuiti, si terranno bisettimanalmente, dalle 15 alle 18, a partire da lunedì 20 gennaio fino al 18 giugno. Le iscrizioni ai corsi si possono fare direttamente nella sede dell’Ada Umbria, al parco della Pescaia, in via XX settembre 132, mentre per informazioni si può telefonare ai numeri 075.8670589 o 320.7929919. (TuttOggi)

Avevamo notato che c'erano effetti diversi nel linguaggio di pazienti di lingua inglese e italiana con lo stesso tipo di diagnosi. L’Alzheimer si manifesta in modo diverso in base alla lingua d’origine. (Blogosfere)

In brevissimo tempo gli Alzheimer Café si sono diffusi in tutta Europa, diventando una realtà ben radicata anche in Italia. Per informazioni rivolgersi a: AMAS Associazione Malattia di Alzheimer Spezzina Via Anita Garibaldi, 12 (Località La Chiappa) La Spezia (SP). (Città della Spezia)

Esaminando le caratteristiche diverse che l’afasia assume nei pazienti parlanti lingue differenti, hanno scoperto che la lingua d’origine agisce su una maggiore predisposizione al declino delle facoltà cognitive. (NewsSalute.it)

ltre a far male al sistema cardiovascolare e a quello immunitario, dormire male per lunghi periodi di tempo potrebbe aumentare il rischio di sviluppare demenza. Anche la relazione inversa potrebbe essere vera e cioè che accumuli di amiloide e tau potrebbero contribuire alla mancanza di sonno. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr