I funerali di Alessia e Giulia, le sorelle investite da un treno a Riccione

I funerali di Alessia e Giulia, le sorelle investite da un treno a Riccione
Più informazioni:
La Nuova Sardegna INTERNO

È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale

SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683. I diritti delle immagini e dei testi sono riservati.

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A.

(La Nuova Sardegna)

Se ne è parlato anche su altri media

Il padre, insieme ai parenti, all'arrivo si è fermato in lacrime davanti alle bare bianche delle figlie, sui lati sono incisi i loro nomi. (Alto Adige)

Grazie a tutti coloro che con tutta la dolcezza ci stanno facendo sentire la vicinanza in questo momento di immenso dolore". Il messaggio è stato letto da un sacerdote, don Francesco Vecchi. (AltaRimini)

Una processione composta e silenziosa, sulle due bare bianche tanti mazzi di fiori, padre e madre in lacrime. Sembra che tutti abbiano una parola da dire e che ci siano tanti maestri. (Liberoquotidiano.it)

Dolore al funerale delle sorelle Pisanu. La famiglia ringrazia per l'affetto ricevuto

Un gesto per far sentire la propria vicinanza ai cari in questo giorno di dolore Mentre a Castenaso famiglia e amici piangono Alessia e Giulia, le sorelline morte travolte da un treno alla stazione di Riccione, Senorbì, paese del padre Vittorio, si ferma per il lutto. (YouTG.net)

E mentre "noi oggi sussurriamo", Alessia e Giulia "gridano al mondo degli adulti di credere in loro, nei giovani, senza sospetto, con stima e fiducia" Sono certo che siano state per la famiglia Pisanu di grande consolazione davanti alla forza del male che divide e disperde la vita". (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Vediamo una madre impietrita dal dolore e vediamo una sorella Stefania che ha fatto da madre e ad amica, sono le sue parole, ad Alessia e Giulia. Noi nella famiglia di Alessia e Giulia da domenica vediamo un dolore infinito, il rischio è la caduta nel baratro nel cinismo. (SardiniaPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr