Meno dosi di vaccini rispetto al previsto: a luglio rischio ritardi

Today.it ECONOMIA

I ritardi nelle vaccinazioni. Tuttavia i ritardi nei vaccini destano preoccupazione nelle regioni.

"La differenza tra le consegne di giugno e quelle di luglio sarà di 0,8 milioni di dosi, pari al 5% circa, in termini percentuali."

A Giugno utilizzabili 13,2 milioni di dosi Pfizer e 2,1 milioni di Moderna;. A luglio 12,1 milioni di dosi Pfizer e 2,4 di Moderna;. Assicurate le vaccinazioni eterologhe per gli under 60 che hanno fatto come prima dose il vaccino AstraZeneca (Today.it)

Su altri giornali

«Quasi per tutti la prima dose sarà garantita entro domenica 4 luglio» ha spiegato oggi il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini, nell'ambito di una conferenza stampa per fare il punto sull'andamento della campagna. (Ticinonline)

Il rischio che si abbassi la guardia troppo presto c'è, "anche in buona fede", secondo il presidente. Intanto, dice Bonaccini, "abbiamo il rischio che Pfizer a luglio rallenti rispetto alle forniture che attendevamo, stiamo discutendo con il Governo proprio in queste ore e questi giorni. (CesenaToday)

Donini “Fondamentale poter proseguire la campagna vaccinale a pieno ritmo” – “Quanto comunicato oggi dalla struttura commissariale del generale Figliuolo, che ringrazio, ci lascia soddisfatti. Per tutti noi è fondamentale poter proseguire a pieno ritmo le somministrazioni di vaccini anti-Covid, attendiamo quindi la formalizzazione delle forniture di luglio per continuare la campagna vaccinale senza che vi siano problemi”. (piacenzasera.it)

Le cose certamente vanno molto meglio, speriamo che tutto quello che riapriamo non chiuda più però bisogna dare l'ultima zampata" Per Stefano Bonaccini bisogna ancora dare "l'ultima zampata" alla pandemia. (ParmaToday)

Nel terzo trimestre dell’anno, luglio, agosto e settembre, le previsioni relative ai vaccini a Rna messaggero sono assolutamente coerenti con l’obiettivo del piano, che prevede, a livello nazionale, la vaccinazione entro fine settembre dell’80% della platea delle persone che possono sottoporsi a vaccinazione. (Adnkronos)

«Ritengo doveroso sottolineare, a livello personale – ha spiegato – che questi dati sono emersi analizzando i primi sei mesi di campagna vaccinale e i numeri potrebbero variare nel corso del tempo Lo ha detto Guido Bertolaso, coordinatore della campagna vaccinale della Lombardia, durante una conferenza stampa. (LeccoToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr