Troppe quarantene preventive tra i docenti, alla scuola Oriani riorganizzato l'orario: stop al rientro pomeridiano

Troppe quarantene preventive tra i docenti, alla scuola Oriani riorganizzato l'orario: stop al rientro pomeridiano
Valdarnopost SALUTE

A darne notizia il sindaco Piero Giunti: "Devo comunicare che l’organizzazione dell’attività didattica della scuola primaria Oriani di Reggello a partire da domani 23 Febbraio subirà delle modifiche.

Gli studenti usciranno alle 12.30 tutti i giorni, sospesa la mensa e riorganizzato anche il servizio scuolabus, fino a nuova comunicazione.

Vorrei rassicurare tutti, che si tratta di quarantene cautelative e non riconducibili a situazioni di criticità"

Tali modifiche sono necessarie a seguito di quarantene preventive a cautelative all’interno del personale docente, il quale ad oggi risulta non essere sufficiente per coprire l’orario integrale delle lezioni. (Valdarnopost)

La notizia riportata su altri media

A lanciare l’allarme dalle colonne del Messaggero è l’infettivologo Massimo Andreoni, direttore scientifico di Società italiana di Malattie infettive e primario di Malattie Infettive al Policlinico Tor Vergata di Roma: “Appare plausibile che la variante inglese diventi dominante entro 3-4 settimane. (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Dei 547 positivi - ha fatto sapere sempre l'azienda sanitaria - 20 sono del nido, 76 della scuola dell’infanzia, 149 della scuola primaria, 118 della secondaria di primo grado e 184 di quella di secondo grado. (MilanoToday.it)

Dopo il lancio della campagna vaccinale una settimana fa, improvvisamente interrotta, si rincorrono voci di tutti i tipi sulla prossima ripartenza e sulle modalità e regnano solo incertezza e caos. “Il mondo della scuola è in subbuglio. (PalermoToday)

SCUOLA/ Temi, esami, voti e nell'aria odore di minestra (riscaldata)

Non esiste una cabina di regia, mancano ancora i criteri e le modalità condivise che devono portare oltre 75 mila lavoratori della scuola siciliana alla vaccinazione”. E’ scandaloso ciò che sta avvenendo da giorni, e in queste ore nella nostra Regione – aggiunge Bellia -. (Live Sicilia)

Fino a qualche giorno fa si è parlato della ipotesi del prolungamento del termine fino al 30 giugno. Il Ministro Bianchi ha chiarito che “non è questione di qualche giorno in più di scuola”, né di recuperare apprendimento, ma nella sua visione il problema è soprattutto la socialità persa. (Oggi Scuola)

Che la mamma e il ministro hanno riscaldato nel pentolino preparato dal precedente ministro, dai precedenti esperti o sindacalisti che fossero. Già – dice Giuseppe cliccando la finestra con su scritto invia – ma nemmeno i giudizi servono, pare. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr