Donna si lancia nuda sul red carpet a Cannes: protesta contro gli stupri in Ucraina

Corriere TV ESTERI

La donna è stata rapidamente raggiunta dagli uomini della sicurezza del festival che l’hanno coperta ma i fotografi sono riusciti a riprendere la scena

Durante il red carpet del film «Three Thousand Years of Longing» di George Miller, una donna è riuscita ad arrivare sul tappeto rosso senza vestiti, con il corpo dipinto con i colori della bandiera ucraina e il rosso del sangue delle vittime del conflitto. (Corriere TV)

Su altri giornali

Il tutto è avvenuto mentre sul tappeto rosso sfilavano i protagonisti del film Three Thousand Years of Longing di George Miller. A Cannes, durante il famoso Festival, un’attivista ha invaso il red carpet nuda. (Il Sussidiario.net)

È stata un'azione delle femministe del movimento «Les Colleuses». (Corriere del Ticino)

La bambina ama immensamente sua madre, ma sua madre ama Marcel più di ogni altra cosa È stato un red carpet insolito quello della giornata di ieri, che ha messo insieme glamour e proteste. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

Una donna in topless, pitturata con i colori della bandiera ucraina, si è gettata tra i fotografi e le celebrità, con scritto addosso: "Smettetela di violentarci" (Sky Tg24 )

All’evento letterario Jebreal ha dichiarato:. “Una collega ucraina un mese prima dell’inizio di questa guerra mi ha detto: ‘Sono andata a mettermi la spirale aspettando che i russi inizino questa camapgna di stupri’. (DireDonna)

Cannes, si denuda sul red carpet per protesta contro gli stupri delle donne in Ucraina. L'attivista aveva dipinta sul petto una bandiera dell’Ucraina e la scritta "Smettete di stuprarci". (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr