Rivista Italiana Difesa

Rivista Italiana Difesa
RID ESTERI

La QUEEN ELIZABETH rimarrà ad Augusta sino al 14 giugno prossimo

Altre esercitazioni sono state anche svolte dalla QUEEN ELIZABETH durante il transito nelle acque territoriali francesi con la portaerei CHARLES DE GAULLE.

È stato questo il primo approdo dell’unità in un porto europeo nel corso della sua prima missione in Mediterraneo dopo la partenza dal Regno Unito.

Quest’ultimo nelle acque italiane si è unito al CSG per lo svolgimento di attività addestrative volte a rafforzare la collaborazione bilaterale tra le 2 Marine. (RID)

Ne parlano anche altre fonti

Scortata da cinque rimorchiatori l’ammiraglia della Marina inglese con la sua mastodontica stazza è entrata in rada intorno alle 9, 30, sfilando accanto alle navi da crociera ferme in sosta inoperosa all’imboccatura della porto e alle navi quarantena dei migranti. (Augusta News)

La prima sosta nel Mediterraneo della più grande nave della Marina inglese si concluderà tra un paio di giorni, quando sarà pronta a riprendere la sua rotta verso il Pacifico. (La Repubblica)

La Queen Elizabeth aveva lasciato il porto di Porstmouth nel Regno Unito sabato 22 maggio e attraverserà il Mediterraneo e il Medio Oriente per raggiungere l'Indo-Pacifico dove le navi del Carriere Strike Group segneranno il cinquantesimo anniversario degli accordi di difesa tra Malesia, Singapore, Australia, Nuova Zelanda e Regno Unito durante l'esercitazione Bersama Lima (La Repubblica)

La portaerei britannica Queen Elizabeth al porto di Augusta, è il primo approdo dalla partenza

Nave Doria ha condotto numerose attività addestrative con le varie unità del dispositivo, tra cui il primo appontaggio di un elicottero italiano sul ponte di volo della HMS Queen Elizabeth, momento particolarmente significativo. (Analisi Difesa)

Alla guida di una flotta che rappresenta il più ambizioso dispiegamento globale del Regno Unito nell’ultimo ventennio, attraverserà il Mediterraneo e il Medio Oriente per raggiungere l’Indo-Pacifico La Hms Queen Elizabeth, l’ammiraglia della flotta britannica, è la più grande e potente nave di superficie mai costruita nel Regno Unito. (il Fatto Nisseno)

Partita da Portsmouth sabato 22 maggio e diretta nell'aria dell'Indo-Pacifico, la HMS Queen Elisabeth guida una flotta, il Carrier Strike Group (CSG), composta da sette navi e un sottomarino, e affiancata da una fregata olandese e da un cacciatorpediniere statunitense (maggiori informazioni nelle Note di seguito). (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr