NASA Juno e l'incontro con il satellite Jupiter Ganimede: le prime due fotografie

NASA Juno e l'incontro con il satellite Jupiter Ganimede: le prime due fotografie
Approfondimenti:
HamelinProg SCIENZA E TECNOLOGIA

Grazie alle potenti risorse del Deep Space Network, abbiamo già le prime immagini catturate durante l’incontro.

Dettagli delle due fotografie del satellite di Giove. Il JunoCam utilizzato un filtro verde per catturare l’immagine che è stata caricata in quelle ore

Immagini di Ganimede catturate dalla NASA Juno. Giunone NASA è riuscito ad avvicinarsi alla luna più grande di Giove (e anche più grande del pianeta Mercurio), Ganimede, catturando con successo immagini particolarmente dettagliate. (HamelinProg)

Ne parlano anche altri media

Usando il suo filtro verde, l’imager a luce visibile della navicella spaziale JunoCam ha catturato quasi un intero lato della luna coperto di ghiaccio d’acqua. “Questa è la navicella spaziale più vicina a questa luna gigante in un’intera generazione”, ha affermato il ricercatore principale di Juno Scott Bolton del Southwest Research Institute di San Antonio. (Conca Ternana Oggi)

La missione è stata lanciata nel 2011 con lo scopo di studiare Giove e alcuni dei sui principali satelliti tra cui appunto Ganimede, studiato per la prima volta da Galileo Galilei nel 1610. Avvenuto alla quota di mille chilometri, il sorvolo di Juno è stato il più vicino dai tempi della sonda Galileo che incontrò il grande satellite di Giove nel maggio del 2000. (Giornale di Sicilia)

Le foto – una di JunoCam e l’altra dalla sua fotocamera stellare Stellar Reference Unit – mostrano la superficie con dettagli spettacolari, inclusi crateri, terreno scuro e luminoso chiaramente distinto e lunghe caratteristiche strutturali probabilmente legate a faglie tettoniche. (Meteo Web)

Ganimede, satellite di Giove, visto dalla sonda Juno

A meno di 24 ore di distanza, Juno ha sorvolato anche le nubi di Giove, passando a una velocità di 58 chilometri al secondo. "Jiram" è uno spettrografo, cioè una super macchina fotografica all’infrarosso che permette di acquisire simultaneamente immagini e informazioni spettrali tramite un doppio piano focale (LA NAZIONE)

Qualche giorno fa vi avevamo anticipato che il 7 giugno la sonda Juno avrebbe portato a compimento un avvicinamento record alla superficie di Ganimede, il più grande satellite gioviano, e ora la NASA ha finalmente condiviso le prime foto e informazioni sull'operazione. (HDblog)

Juno è arrivato a destinazione nel 2016 e continuerà a raccogliere dati almeno fino al 2025 grazie ai suoi nove strumenti di bordo Le foto mostrano dettagli della superficie ghiacciata ricca d'acqua tra cui crateri e lunghe strutture che potrebbero essere i segni lasciati da movimenti tettonici. (laRegione)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr