"Torni la zona gialla", l'emendamento della Lega al dl Covid

Torni la zona gialla, l'emendamento della Lega al dl Covid
ilGiornale.it INTERNO

Il Carroccio chiede quindi all'esecutivo di reintrodurre la zona gialla, per dare finalmente respiro a quelle attività soffocate dalle misure restrittive, come palestre, piscine, cinema, teatri e musei.

Secondo quanto stabilito dal decreto legge Covid, infatti, in tutte le Regioni dello Stivale la zona gialla è stata "sospesa" fino al 30 di aprile e le sue regole assimilate a quelle stabilite per la zona arancione. (ilGiornale.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il ristoratore di Pesaro rivela che a gennaio era stato contattato proprio da Matteo Salvini che – così gli aveva detto – voleva sostenere le proteste dei ristoratori. “Fare lo splendido sul destino di migliaia di famiglie mi sembra assurdo – spiega ancora il ristoratore - (neXt Quotidiano)

E lui – Speranza – ha detto il premier: “L’ho voluto proprio io” Ha detto poi il premier: “A Salvini ho detto questo: ho voluto io Speranza nel governo e ne ho molta stima”. (neXt Quotidiano)

Nessuna concessione, invece, sulla “linea prudenziale” tenuta da Speranza, che Salvini ha messo – non da oggi – nel mirino: “No al rosso ideologico, non vogliamo un Paese tutto rosso Speranza”, ha ribadito nel colloquio. (L'HuffPost)

Gagliasso (Lega) evoca Pontida, ma la stagione del federalismo è stata liquidata da Salvini

Grave che #Draghi abbia ignorato le violenze e le torture, subite dai migranti nei campi di detenzione, denunciate dall'ONU L'Italia deve contribuire alla stabilizzazione e alla pace della #Libia, dopo la terribile guerra civile fomentata anche da potenze straniere. (il Giornale)

La verità però è che il leader della Lega è in difficoltà. Se cioè siamo all’inizio di un disfacimento del tessuto sociale o alla sofferenza di alcune fasce della popolazione rispetto ad altre (L'HuffPost)

Il partito di Bossi e Miglio è finito in archivio con il nuovo statuto recentemente varato per far posto a tutt’altre logiche Il giovane padano ha voluto celebrare con un post su Facebook la ricorrenza del giuramento di Pontida del 7 aprile 1167. (TargatoCn.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr