Umberto Carriera, capo protesta di "io apro", attacca Matteo Salvini

Umberto Carriera, capo protesta di io apro, attacca Matteo Salvini
neXt Quotidiano INTERNO

“Fare lo splendido sul destino di migliaia di famiglie mi sembra assurdo – spiega ancora il ristoratore -

Poi il vento è cambiato: l’aperturista Salvini ha votato contro l’emendamento presentato da FdI sulle riaperture fino alle 22 in zona gialla.

Il ristoratore di Pesaro rivela che a gennaio era stato contattato proprio da Matteo Salvini che – così gli aveva detto – voleva sostenere le proteste dei ristoratori. (neXt Quotidiano)

Su altri giornali

Ha detto poi il premier: “A Salvini ho detto questo: ho voluto io Speranza nel governo e ne ho molta stima”. E soprattutto: ha detto a Matteo Salvini di smetterla, perché tanto non attacca. (neXt Quotidiano)

Si concede addirittura una battuta: “Non diamo per persa la stagione turistica, magari aprirà prima del 2 giugno. Intanto, serve entro fine mese un decreto per un maxi scostamento di bilancio da 50 miliardi di euro. (L'HuffPost)

Grave che #Draghi abbia ignorato le violenze e le torture, subite dai migranti nei campi di detenzione, denunciate dall'ONU L'Italia deve contribuire alla stabilizzazione e alla pace della #Libia, dopo la terribile guerra civile fomentata anche da potenze straniere. (il Giornale)

Da Zaia un altro schiaffo a Salvini. Sì alla legge contro l'omotransfobia. Il governatore veneto

“A Salvini ho detto che ho voluto io Speranza nel governo e che ne ho molta stima”. Risponde così a un giornalista, che chiedeva conto dell’incontro avuto con il leader della Lega , il presidente del Consiglio, Mario Draghi , in conferenza stampa (Il Fatto Quotidiano)

Il partito di Bossi e Miglio è finito in archivio con il nuovo statuto recentemente varato per far posto a tutt’altre logiche A ben considerare il rimbrotto (scontato) del Pd è quisquilia rispetto a quello che gli potrebbe arrivare se mai Salvini avesse letto il suo post sui social. (TargatoCn.it)

E anche ieri ne ha dato dimostrazione: in quella che per il Carroccio è una sorta di battaglia ideologica – la battaglia contro la legge Zan sul contrasto all’omotransfobia che i leghisti tengono bloccata in Senato – Zaia va nettamente controcorrente. (LA NOTIZIA)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr