La stop di Alternativa-Italexit e il blocco storico-psicologico che impedisce l’Unità

La stop di Alternativa-Italexit e il blocco storico-psicologico che impedisce l’Unità
Il Primato Nazionale INTERNO

E se la Patria prova, anche solo per caso e magari in maniera confusa, a generare un movimento di dissidenza verso il disastro politico che negli ultimi trent’anni ci sta facendo precipitare verso ogni rovina, viene bloccata.

La seconda causa è al contrario di carattere attualissimo, ma è figlia della prima: la mancanza di una visione del Paese nel futuro.

Dal dogma antifascista che ritiene fascista qualsiasi cosa e che si ossessiona sulla storia passata e non sul presente. (Il Primato Nazionale)

Ne parlano anche altri giornali

- ROMA, 05 AGO - "Il quadro di possibile accordo elettorale fra Alternativa e Italexit è sciolto. Laddove c'era un consenso di fondo su una serie di importanti nomi da presentare come candidati, nella composizione in dettaglio delle liste presentata da Italexit abbiamo riscontrato la presenza - anche in ruoli di capolista - di candidati organici a formazioni di ispirazione neofascista". (l'Adige)

L'ex portavoce, vicepresidente e frontman elettorale di CasaPound Simone Di Stefano intanto è uscito dal movimento per fondare "Alternativa per l'Italia" con Mario Adinolfi ma chi sono questi esponenti di estrema destra nelle liste di Italexit? (Fanpage.it)

"In questi mesi abbiamo lottato fianco a fianco contro il green pass, contro l'obbligo vaccinale, contro le restrizioni e le violazioni della Costituzione che hanno caratterizzato il periodo di emergenza pandemica. (Adnkronos)

Elezioni: Alternativa, sciolto accordo con Italexit

«Raccogliere 750-1000 firme ad agosto significa voler eliminare le forze anti sistema. Ma il dissenso, se non trova spazio in Parlamento, esploderà in piazza. (Open)

Lo vogliono tenere nelle istituzioni, come è giusto che sia, oppure questo dissenso andrà fuori?". Sono le parole di Gianluigi Paragone, leader di Italexit, sulla raccolta delle firme necessarie per la partecipazione alle elezioni politiche 2022 in programma il 25 settembre (Adnkronos)

È quanto si legge in una nota di Alternativa Laddove c'era un consenso di fondo su una serie di importanti nomi da presentare come candidati, nella composizione in dettaglio delle liste presentata da Italexit abbiamo riscontrato la presenza - anche in ruoli di capolista - di candidati organici a formazioni di ispirazione neofascista". (Trentino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr