Tesla fa marcia indietro (ancora una volta): accetterà i Bitcoin

Android Italy ECONOMIA

Sulla scia di questo, Tesla ha annunciato che, se le cose dovessero andare così “riprenderemo ad accettare i Bitcoin”

Dopo l’ennesimo cambio di opinione da parte di Elon Musk, le auto Tesla potranno essere pagate in Bitcoin.

Proprio per questo, Elon Musk ha cambiato idea sui Bitcoin ed ha annunciato di voler tornare sui propri passi.

Ancora una volta, quindi, Elon Musk cambia idea sui Bitcoin, in un gioco di scelte a cui, ormai, stanno prendendo parte anche i titolisti. (Android Italy)

Ne parlano anche altri media

L’AI Day di Tesla potrebbe essere l’occasione giusta per avere qualche informazione aggiuntiva sul supercomputer Dojo: questo progetto sarà fondamentale nella progressione tecnologica di Tesla e nel supporto ai software di guida autonoma dei modelli del marchio di Palo Alto. (FormulaPassion.it)

Nel frattempo, però, i proprietari avevano già deciso avviare la causa legale. Un secondo aggiornamento ha successivamente ripristinato circa il 3% della tensione e un terzo, messo a disposizione nel marzo del 2020, ha riportato gli accumulatori allo stato iniziale. (Quattroruote)

Oltre allo stabilimento nei pressi di Berlino, Tesla sta infatti costruendo una nuova fabbrica anche a est di Austin, in Texas. La prima fabbrica di Tesla in Europa ha incontrato numerosi ostacoli burocratici che hanno costretto la Casa statunitense a ritardare l'inizio della produzione dalla data prevista per luglio. (Adnkronos)

Chissà quanto si starà fregando le mani Elon Musk e quanto sia ansioso di far entrare a regime le vendite della Tesla Model Y in Europa. Numeri ancora modesti ma che ne fanno la 5a auto elettrica più venduta in Europa e soprattutto che rappresentano poco meno di 1/5 del totale del venduto. (Motor1 Italia)

La dimostrazione arriva direttamente dall’America dove una “civile” Ford Mustang Shelby GT500 ha battuto nel quarto di miglio la creazione di Musk. Si tratta di una potenza estrema soprattutto se consideriamo che la proposta base si ferma ad “appena” 760 cavalli. (Tom's Hardware Italia)

Con il guadagno di ieri le perdite da inizio anno si riducono a circa il 4%. Questi potranno essere i prossimi catalizzatori per far ripartire nuovamente il titolo Tesla. (Investire.biz)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr