Saipem, i conti dei primi nove mesi e le stime per il 2021

SoldiOnline.it ECONOMIA

Nei primi nove mesi del 2021 gli investimenti tecnici sono stati pari a 195 milioni di euro (242 milioni di euro nel primo semestre 2020 comprensivi dell'acquisto del nuovo mezzo navale Norce Endeaovur).

Nei primi nove mesi del 2021 le attività operative di Saipem hanno assorbito cassa per 187 milioni.

Saipem, i risultati di conto economico dei primi nove mesi del 2021. Saipem ha terminato il periodo gennaio-settembre 2021 con ricavi per 5,06 miliardi di euro, in flessione del 5,9% rispetto ai 5,38 miliardi ottenuti nei primi nove mesi dell'esercizio precedente, a causa principalmente dei minori volumi sviluppati nella divisione Engineering & Construction Offshore. (SoldiOnline.it)

Ne parlano anche altri media

Di tutt’altro avviso gli esperti di Jefferies, che sul titolo mantengono un rating “underperform”, con un prezzo obiettivo a 1,3 euro Lo stesso rating è stato confermato da da Intesa Sanpaolo, con un target price a 2 euro. (Wall Street Italia)

Male invece Saipem, crollata in borsa del 10,98% a 1,94 euro complice il deludente l'Ebitda adjusted, negativo per 25 milioni, in deciso peggioramento rispetto ai +136 milioni dell'anno prima Bene anche Unicredit (+0,58% a 11,492 euro) anch'essa protagonista di una trimeale oltre le attese e revisione al rialzo della guidance. (Yahoo Finanza)

E' quanto ha spiegato, illustrando il piano strategico 2022 – 2025 presentato durante il capital market Day.Per fare questo - ha spiegato il numero uno dell'azienda - c'èche consenta a Saipem di essere un player resiliente e profittevole nella transizione energetica. (Teleborsa)

Analizzando i target finanziari, nel periodo di piano i ricavi sono previsti in crescita ad un tasso medio anno del 15% fino al 2025 grazie al contributo del portafoglio ordini al 30 settembre 2021 per circa 24,5 miliardi di euro, delle nuove opportunità commerciali e delle favorevoli prospettive di crescita previste nella perforazione. (SoldiOnline.it)

A Piazza Affari Tim, in profondo rosso dopo i ricavi in calo nel trimestre, ha rivisto la guidance 2021 al ribasso. TIM UTILE NETTO IN CALO. L’utile netto del gruppo Tim nei primi nove mesi del 2021 si attesta a 22 milioni di euro, in netto calo rispetto ai 1,178 miliardi di euro dello stesso periodo del 2020. (Yahoo Finanza)

Il PEPP a detta degli analisti sarà gradualmente ridotto a partire da gennaio 2022 e portato a termine a marzo. Bene anche Unicredit (+0,58% a 11,492 euro) anch'essa protagonista di una trimestrale oltre le attese e revisione al rialzo della guidance (Finanzaonline.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr