Tim e Saipem pesanti in Borsa dopo i conti

Yahoo Finanza ECONOMIA

Tim e Saipem pesanti in Borsa dopo i conti. I numeri del primi nove mesi del 2021 affondando i titoli a Piazza Affari.

TIM UTILE NETTO IN CALO. L’utile netto del gruppo Tim nei primi nove mesi del 2021 si attesta a 22 milioni di euro, in netto calo rispetto ai 1,178 miliardi di euro dello stesso periodo del 2020.

L’utile netto è pari a 342 milioni di euro che si confronta con 870 milioni di euro dello stesso periodo del 2020

A Piazza Affari Tim, in profondo rosso dopo i ricavi in calo nel trimestre, ha rivisto la guidance 2021 al ribasso. (Yahoo Finanza)

Su altre testate

Per fare questo occorre unae un'operazione di, che rappresenta un "punto fondamentale" della nuova strategia.La nuova Saipem - ha aggiunto Caio - si propone anche diche si è data e di supportare il percorso didei suoi clienti. (Teleborsa)

Saipem, il giudizio degli analisti sul titolo. Di fronte al crollo del titolo di ieri, il Ceo di Saipem, Francesco Caio, ha spiegato: “E’ il mercato che decide. Lo stesso rating è stato confermato da da Intesa Sanpaolo, con un target price a 2 euro. (Wall Street Italia)

Il piano prevede un indebitamento finanziario netto al 2025 inferiore al miliardo di euro Analizzando i target finanziari, nel periodo di piano i ricavi sono previsti in crescita ad un tasso medio anno del 15% fino al 2025 grazie al contributo del portafoglio ordini al 30 settembre 2021 per circa 24,5 miliardi di euro, delle nuove opportunità commerciali e delle favorevoli prospettive di crescita previste nella perforazione. (SoldiOnline.it)

Male invece Saipem, crollata in borsa del 10,98% a 1,94 euro complice il deludente l'Ebitda adjusted, negativo per 25 milioni, in deciso peggioramento rispetto ai +136 milioni dell'anno prima Bene anche Unicredit (+0,58% a 11,492 euro) anch'essa protagonista di una trimeale oltre le attese e revisione al rialzo della guidance. (Yahoo Finanza)

Bisogna ricordare che nel settore dell’energia eolica flottante, Saipem ha acquisito di recente attività di Naval Energies. Entrando nella strategia bisogna guardare al nuovo modello organizzativo che è declinato in quattro aree di business. (L'HuffPost)

Bene anche Unicredit (+0,58% a 11,492 euro) anch'essa protagonista di una trimestrale oltre le attese e revisione al rialzo della guidance Il PEPP a detta degli analisti sarà gradualmente ridotto a partire da gennaio 2022 e portato a termine a marzo. (Finanzaonline.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr