Terza dose a 5 mesi: perché si anticipa il richiamo “booster”

Terza dose a 5 mesi: perché si anticipa il richiamo “booster”
The Italian Times SALUTE

Dopo l'ultimo parere di AIFA sarà possibile farla a 5 mesi dal completamento del primo ciclo.

Fino al 7 dicembre sarà in vigore anche il coprifuoco delle ore 20 alle 5 del mattino, oltre a restrizioni per i locali pubblici

Ora è ufficiale: la terza dose, cosiddetta “booster”, viene anticipata a 5 mesi invece che a 6.

Da oggi il provvedimento in Gazzetta Ufficiale. Dopo la firma della circolare, il provvedimento è da oggi in Gazzetta Ufficiale ed entra in vigore da mercoledì 24 novembre. (The Italian Times)

Se ne è parlato anche su altri media

Ad annunciarlo via social il ministro della Salute, Roberto Speranza, il quale ha sottolineato come sia “cruciale per proteggere meglio noi e chi ci sta accanto”. Eventuali strette vanno misurate sui ‘ribelli’ del vaccino: non paghino tutti gli italiani, la richiesta dei governatori (Umbria Journal il sito degli umbri)

E’ quanto si legge nella circolare del ministero della Salute in Gazzetta domani e in vigore da mercoledì Nella tarda serata, quindi, la circolare: somministrazioni anticipate del ‘booster’ al via a partire da domani. (ivl24)

Stando all’ultima circolare ministeriale di ieri, 22 novembre, la somministrazione della dose booster sarà possibile con un anticipo di un mese rispetto a quanto previsto finora. Non mi stancherò di ripetere che il vaccino è, al momento, l’arma più efficace che abbiamo contro il virus e le sue continue mutazioni. (tvprato.it)

Terza dose vaccino dopo 5 mesi già prenotabile sul portale regionale

Regioni: pressing per limitazioni ai non vaccinati. Intanto sale il pressing delle Regioni per approvare limitazioni ai soli soggetti non vaccinati. La terza dose di vaccino potrà essere effettuata dopo 5 mesi dall’ultima somministrazione. (ZON.it)

Auspichiamo che sia presto superato il vincolo dell’età (per la prenotazione del richiamo, ndr)” Siamo stati precursori di questa linea tra diversi scetticismi anche di addetti ai lavori. (romah24.com)

n° 50080-03/11/2021-DGPRE, prot. Giovanni Rezza. È quanto si legge nella circolare del ministero della Salute inviata oggi alle Regioni e agli enti e istituzioni interessati alla campaggna di vaccinazione. (Cronache TV)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr