Produrre energia elettrica dalle onde del mare: al via test sul prototipo di ENEA e Politecnico di Torino

Produrre energia elettrica dalle onde del mare: al via test sul prototipo di ENEA e Politecnico di Torino
Per saperne di più:
insalutenews ECONOMIA

Queste tecnologie sono implementabili non soltanto nella fornitura di energia elettrica per usi domestici o civili, ma anche industriali (ad esempio nell’acquacoltura)

Ciò garantirà un abbattimento del costo dell’energia, rendendo il dispositivo competitivo rispetto alle altre tecnologie rinnovabili[1] più mature.

“Il team del Politecnico di Torino Lab ha sviluppato avanzati codici numerici per lo sviluppo della tecnologia e la previsione della producibilità del dispositivo PEWEC. (insalutenews)

Se ne è parlato anche su altri giornali

I test del Pewec 2.0. Il disposiivo è un sistema galleggiante simile allo scafo di una nave da posizionare in mare aperto che è in grado di produrre elettricità sfruttando l'oscillazione generata dalle onde. (Giornale della Protezione civile)

Ciò garantirà un abbattimento del costo dell’energia, rendendo il dispositivo competitivo rispetto alle altre tecnologie rinnovabili più mature. Queste tecnologie sono implementabili non soltanto nella fornitura di energia elettrica per usi domestici o civili, ma anche industriali (ad esempio nell’acquacoltura). (Italpress)

Si tratta di un sistema low-cost di produzione di energia dal mare adatto alle piccole isole italiane, dove la fornitura di elettricità è garantita “da costose e inquinanti centrali a gasolio”, osserva Enea. (La Nuova Sardegna)

Energia dalle onde del Mediterraneo

Vi attende una missione impegnativa – ha evidenziato Pucciarelli agli uomini e donne del Viareggio – in cui contribuirete, sono assolutamente certa, a dimostrare una volta di più l’indiscussa professionalità, l’altissimo senso del dovere e l’incondizionato spirito di sacrificio che da sempre caratterizzano nel panorama internazionale l’agire dei militari della nostra Marina e di tutto il comparto Difesa. (Sardegna Reporter)

Il nuovo sistema galleggiante, simile a uno scafo di forma semicircolare da posizionare in mare aperto, è in grado di produrre energia elettrica sfruttando l’oscillazione del dispositivo per effetto delle onde. (siciliareport.it)

Un prototipo in scala 1:25 è stato testato presso la Vasca Navale dell’Università Federico II di Napoli per studiare la risposta dello scafo e degli ormeggi a onde estreme. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr