Venezia, prima grande nave salpata dopo 17 mesi: proteste e striscioni

Corriere della Sera INTERNO

Dei 1700 lavoratori diretti, con la prima nave di oggi ne sono tornati al lavoro circa 200.

L’imbarcazione, con a bordo 840 passeggeri, è stata «scortata» sia dai fautori delle Grandi Navi che dai loro detrattori.

La Msc Orchestra è salpata poco dopo le 16, proteste dei «No Navi». È salpata sabato poco dopo le 16 dalla Stazione Marittima del Tronchetto di Venezia la Msc Orchestra.

È la prima volta dopo 17 mesi di Covid che una nave da crociera solca la laguna e passa davanti al bacino di San Marco (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri giornali

La partenza, prevista per le 17, è stata anticipata di Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati. LA PROTESTAVENEZIA Se da un lato c'era Sweet dreams degli Eurythmics che in un passaggio dice Alcuni di loro vogliono usarti, dall'altro c'era Con te partirò di Bocelli. (Il Gazzettino)

Infine, credo. che sia anche un riconoscimento del lavoro svolto da MSC come armatore, oggi ai vertici del settore cargo e al centro di un importante progetto di crescita nel settore crociere. L'Italia nell'ultimo anno ha dimostrato di agire da leader guidando la ripartenza del settore post pandemia, organizzando e gestendo il ritorno della crocieristica in piena sicurezza e facendo scuola con i suoi protocolli in tutto il mondo. (Avvenire)

a partenza della Msc Orchestra da Venezia segna la fine di 17 mesi di blocco delle attività del porto passeggeri di Venezia, che a pieno regime impiega circa 1.700 addetti e può ospitare anche cinque navi per volta. (ilgazzettino.it)

Il bellissimo scatto di Michele Gallucci in occasione della protesta contro il passaggio di una MSC in bacino San Marco. “Una donna a remi sfida il primo gigante in acciaio tornato dopo la pandemia nel canale della Giudecca” l’ha titolata l’autore dello scatto. (La Nuova Venezia)

Al porto di Venezia infatti è arrivata una delle navi della compagnia Msc: 92.000 tonnellate di struttura per 650 passeggeri a bordo. In parallelo è nata una contro protesta guidata dal comitato Si Grandi Navi, un movimento che sostiene le migliaia di persone della zona la cui economia dipende dal settore delle crociere. (Open)

La biologa che con la barchetta a remi tenta di fermare le navi da crociera: "Venezia è troppo bella per lasciarla distruggere da questi giganti" di Vera Mantengoli. Jane Da Mosto mentre rema nel canale di Venezia: la foto è stata scattata da Michele Gallucci. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr