Gli ultimi tre papi in mezzo ai teocon

Gli ultimi tre papi in mezzo ai teocon
L'HuffPost ESTERI

La Chiesa tra ideologia teocon e «ospedale da campo» , si comprenderà che Cantalamessa non è stato affatto esagerato e che la “crisi della Chiesa” cui ha fatto riferimento, ha attraversato gli ultimi venticinque anni e tutti e tre gli ultimi papati.

Anzi, in un certo senso Ratzinger ne è stato anche la prima vittima ma, alla fine, non si è prestato

Una corrente di pensiero che ha avuto protagonisti principali (da Michael Novack a George Weigel) e minori negli Usa. (L'HuffPost)

Se ne è parlato anche su altre testate

Avevamo già indagato come le ipotesi su un Benedetto XVI poco preparato in latino e diritto canonico, o addirittura entusiastico fautore della svolta modernista di Francesco fossero poco credibili. (Liberoquotidiano.it)

Nel saggio Küng negava l’esistenza reale dei Adamo ed Eva e dell’episodio del peccato originale, stimolando nuovamente un accesso dibattito. È morto il teologo svizzero Hans Küng. (la Repubblica)

La revoca della missio canonica, appunto l'autorizzazione a insegnare negli atenei cattolici, fu uno dei primi atti del pontificato di Giovanni Paolo II. La distanza con Roma ebbe un suo secondo picco alla morte di Giovanni Paolo II (La Repubblica)

Addio al teologo Hans Küng

Leggi anche Un bisogno nuovo di religione 8 luglio 2018. Küng è stato un teologo tra i più grandi del ‘900 e un'autorità morale per i credenti contemporanei. Risposta al problema di Dio nell'età moderna” o “Vita eterna?” (entrambi tradotti da Mondadori) restano dei classici; un'opera come “Progetto per un'etica mondiale. (Il Sole 24 ORE)

Era Joseph Ratzinger, Papa Benedetto XVI Nel caso specifico, poi, parlare di Kueng è parlare all’incontrario di colui che poi è diventato Benedetto XVI. (AGI - Agenzia Italia)

opo il crollo del comunismo, la Chiesa cattolica rimarrà l'ultima istituzione totalitaria? Più che un dubbio è un timore, e Hans Kung lo esprime con sofferenza di fronte al caso di Eugen Drewermann, il teologo a cui nei giorni scorsi l'episcopato tedesco ha interdetto l'insegnamento. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr