Pasta: non fa ingrassare, anzi riduce la circonferenza vita

La Repubblica ECONOMIA

Gustosa, veloce da preparare, facilmente digeribile, alleata della nostra salute e - volendo - anche dell’ambiente.

La pasta - di cui si celebra oggi la Giornata mondiale - è uno dei cibi più graditi e (contrariamente a quanto si continua a credere) non si nega neppure a chi è a dieta.

A confermarlo sono anche i dati di Unione Italiana Food e IPO (International Pasta Organisation) dai quali emerge come nell’anno più difficile per tutti, il 2020, il mondo abbia scelto la pasta, cibo di conforto per eccellenza, consumandone 17 milioni di tonnellate, il doppio di 10 anni fa

(La Repubblica)

Ne parlano anche altri giornali

Lo rivela l’Unione italiana food che, in occasione del World Pasta Day del 25 ottobre ha diffuso i dati del 2020. Con oltre 23 chilogrammi all’anno di consumo pro capite, l’Italia supera Tunisia, 17 chilogrammi, Venezuela, 15 chilogrammi e Grecia, 12,2 chilogrammi (Corriere della Sera)

Servono, inoltre, forti investimenti in ricerca per aumentare le rese e favorire produzioni sempre più sostenibili anche in chiave ambientale. L’aumento del costo del grano duro su scala internazionale va inserito nel contesto generalizzato del rincaro dei costi delle materie prime e del calo di produzione del Canada, primo nostro fornitore estero. (Sicilia Economia)

Nel frattempo portata a bollore l’acqua, salatela quando è arrivata a bollore e fate cuocere i tajarin per circa un minuto. Si tiene in questo giorno il World Pasta Day, ideato dai produttori di pasta per promuoverne il consumo. (Radiogold)

Può sembrare poco, ma fare dei piccoli cambiamenti in alcune operazioni frequenti, come cuocere la pasta, può fare davvero la differenza. Risparmiamo tempo e denaro cuocendo la pasta grazie a questo stratagemma poco conosciuto che stiamo per descrivere. (Proiezioni di Borsa)

Ma a Roma, dove mangiare un ottimo piatto di pasta? Oggi, 25 ottobre 2021, si celebra in tutto il mondo il World Pasta Day. (RomaToday)

A livello nazionale ne mangiamo 2 milioni di tonnellate per un valore di oltre 3 miliardi di Euro, con un consumo annuale per persona di 28 kg. Ultimo aggiornamento: Lunedì 25 Ottobre 2021, 08:02 (Leggo.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr