Maltempo, in Germania e Belgio aumenta bilancio vittime

Maltempo, in Germania e Belgio aumenta bilancio vittime
Altri dettagli:
Tiscali.it ESTERI

Almeno 157 persone in totale sono morte a causa delle piogge torrenziali nell'ovest del continente, che hanno causato danni anche in Lussemburgo, nei Paesi Bassi o in Svizzera.

In Belgio, sabato le autorità hanno riferito di 24 morti, quattro in più rispetto all'ultimo rapporto di ieri

(askanews) - Iniziati i lavori di bonifica e ricostruzione dopo le inondazioni mortali dei giorni scorsi, con un bilancio delle vittime senza precedenti e aumentato in Germania e Belgio. (Tiscali.it)

La notizia riportata su altri giornali

Senza precedenti, però, non significa imprevedibile; eppure interi paesi e cittadine sono stati inondati in pochi minuti, con danni a cui non erano preparati. In Europa è in vigore un sistema di allarme per il rischio idrogeologico implementato dopo le alluvioni del 2002, che travolsero Dresda e Praga. (Corriere della Sera)

Alle sue spalle i due piloti Mercedes, Hamilton e Bottas e il ferrarista Leclerc che ha ottenuto un importante quarto posto Bollettino vaccini Covid, oggi 18 luglio/ 49,55% degli italiani ha ricevuto due dosi. (Il Sussidiario.net)

Di oltre 1.300 persone non si hanno ancora notizie e le vittime già accertate sono 103, mentre ancora non si contano i danni. La Germania punta il dito contro i cambiamenti climatici per le inondazioni che hanno portato distruzioni mai viste soprattutto nei länder della Renania Palatinato e Nord Reno Vestfalia. (Avvenire)

Germania, i soccorritori rimuovono fango e detriti a Schuld

Intanto la cancelliera Angela Merkel ha in programma di visitare la comunità di Schuld, nell’altopiano dell’Eifel, zona particolarmente colpita dalle inondazioni. Il ministro federale degli Interni Horst Seehofer ha annunciato lunedì la sua visita nella Renania Settentrionale-Vestfalia e nella Renania-Palatinato (L'Occhio)

«È tutto spaventoso, la lingua tedesca conosce a malapena le parole per questa situazione» che non ha esitato a definire «surreale» e «spettrale». Un incubo, come ammesso dalla stessa Merkel: «Non sappiamo nemmeno il numero delle persone scomparse». (Ticinonline)

La sua visita è arrivata dopo che il presidente tedesco si è recato nella zona il giorno prima e ha chiarito che quella zona del Paese avrà bisogno di un sostegno a lungo termine. Le forti piogge hanno alimentato nuove inondazioni nella Germania sudorientale e in Austria, anche se non della portata dell’attacco devastante della scorsa settimana (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr