Calciomercato Milan – Lukaku, il retroscena: è stato vicino ai rossoneri

Calciomercato Milan – Lukaku, il retroscena: è stato vicino ai rossoneri
Pianeta Milan SPORT

Lukaku avrebbe giocato inizialmente con i rossoblu per poi vestire la maglia rossonera

Milan, il retroscena su Lukaku. In vista di Milan-Inter, Repubblica, in edicola questa mattina, ha svelato un retroscena relativo a Romelu Lukaku.

Il centravanti del’Inter, in passato, è stato molto vicino al Milan.

Carmine Longo, compianto dirigente all’epoca del Bologna, aveva osservato un giovanissimo Lukaku ai tempi nell’Anderlecht. (Pianeta Milan)

Se ne è parlato anche su altre testate

'L'abbiamo preparata bene, siamo in fiducia e abbiamo trovato meritatamente il . un incontro chiave per la corsa scudetto: fischio d'inizio alle 15, arbitra Daniele Doveri di Volterra, su. (Zazoom Blog)

Giocata a buonissimi ritmi, la stracittadina ha visto il Milan spremersi, correre e cercare di essere propositivo. Il nuovo gol di Martinez e quello di Lukaku hanno infatti affossato il Diavolo, dando al campionato quella che pare essere la svolta definitiva. (Ticinonline)

4 Juventus-Crotone doveva essere la partita del ritorno in campo di Paulo Dybala . E invece no. Quello stilato da Andrea Pirlo poco fa nella conferenza stampa della vigilia è un bollettino poco rassicurante, che necessita di essere riassunto e condensato in poche righe. (Calciomercato.com)

Lukaku padrone del derby Milan-Inter: “Io, io. Te l’ho detto ca**o”

Erano passati soltanto cinque minuti e per il Milan è stata ovviamente una mazzata. Innanzitutto in termini di classifica, dove l’Inter si porta a +4 sul Milan. (La Gazzetta dello Sport)

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Tonali, Kessie; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic. Inter(3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lukaku, Lautaro Martinez (TUTTO mercato WEB)

L'Inter con un grande Lukaku comanda la Serie A e ora sogna in grande, anche se forse la parola scudetto ancora nell'ambiente non la pronuncerà nessuno Loro arrivano e lui li accoglie da vero dominatore, da vero leader dello spogliatoio e da ‘Re Leone' nerazzurro dice urlando con forza anche in modo liberatorio: "Io, io te l'avevo detto ca**o". (Sport Fanpage)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr