L'export di beni Made in Italy verso il recupero dei livelli pre-Covid: chiuderà il 2021 a 482 miliardi

L'export di beni Made in Italy verso il recupero dei livelli pre-Covid: chiuderà il 2021 a 482 miliardi
Altri dettagli:
MPS
la Repubblica ECONOMIA

L'export di beni Made in Italy verso il recupero dei livelli pre-Covid: chiuderà il 2021 a 482 miliardi di Raffaele Ricciardi. Il rapporto di Sace descrive una ripresa ancora a macchia di leopardo: soffrono tessile e servizi.

Con le riforme le esportazioni guadagnerebbero 3,5 punti di crescita al 2025

Grande leva dal Pnrr, ma non risolve tutti i problemi".

Il ministro Franco: "La ripresa è intensa ma restano incertezze. (la Repubblica)

Ne parlano anche altre fonti

L’aumento su base mensile dell’export è dovuto principalmente all’incremento delle vendite verso i mercati Ue (+2,5%) mentre la crescita di quelle verso l’area extra Ue è più contenuta (+0,2%). Numeri che confermano una dinamica delle vendite verso i paesi esteri ampiamente positiva dopo la grave crisi e la recessione del 2020. (Sky Tg24 )

Una fotografia puntuale che indica, già a fine anno, per l’export italiano un pieno ritorno ai livelli pre-pandemia. Così, nel primo scenario “confidence boost”, si ipotizza uno shock positivo sull’economia mondiale con una crescita delle esportazioni italiane nel 2021 del 14,7%, vale a dire 3,4 punti percentuali in più dello scenario base (Il Sole 24 ORE)

Non solo abbiamo registrato una crescita del 24,2% rispetto al 2020, ma abbiamo anche superato i 240 miliardi di export del primo semestre del 2019, l’anno d’oro delle esportazioni italiane" Di Maio ha ribadito che a oltre un anno dal varo del Patto per l'Export, il bilancio appare "largamente positivo. (Adnkronos)

Nel 2021 l'export italiano è tornato ai livelli pre-Covid

Quanto all’export italiano di servizi, maggiormente colpito dalle misure restrittive legate alla pandemia, è atteso un recupero parziale nel 2021 (+5,1%). La vera e propria ripresa avverrà invece nel 2022 quando l’export di servizi tornerà ai livelli del 2019, grazie a un incremento del 35,1%. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

di Sace, alla presentazione del Rapporto Export 2021, segnalando che "il Pnrr sarà un’altra occasione per utilizzare il sistema delle garanzie a supporto e integrazione di risorse pubbliche e private, a sostegno dei progetti e delle imprese coinvolte, creando spazi per schemi di Partnership pubblico-privata e coinvolgendo anche il mercato finanziario". (Adnkronos)

A dirlo è Rapporto Export 2021 dell'Ufficio Studi di Sace e dal titolo "Ritorno al futuro: anatomia di una ripresa post-pandemica", giunto alla sua XV edizione. L'incognita varianti. L'Ufficio Studi di Sace ha poi presentato uno scenario di previsione alternativo rispetto a quello base. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr