Evacuazione a Vulcano, 40 persone rimarranno nella zona porto ai piani superiori

Evacuazione a Vulcano, 40 persone rimarranno nella zona porto ai piani superiori
Più informazioni:
Gazzetta del Sud - Edizione Messina INTERNO

Prima notte fuori casa per 142 famiglie, (285 persone) di Vulcano, residenti abitualmente nell’area del porto, dichiarata “zona rossa”, con ordinanza sindacale, dalle 23 alle 6 del giorno successivo, a causa del potenziale rischio costituto dall’emissione dei gas vulcanici, in particolare anidride carbonica.

Non si muoveranno, invece, da Vulcano porto quaranta persone (11 famiglie) che possono usufruire di una abitazione al primo piano e che, dopo previa verifica degli addetti ai controlli, sono state autorizzate a non spostarsi, con l’obbligo di restare nel piano rialzato

Con il coordinamento dell’assessore Massimo D’Auria e dell’ispettore di polizia municipale Sergio Li Volsi, supportati dalla delegazione municipale, dai consiglieri comunali dell’isola e dove necessario dai volontari della Croce rossa e della Protezione civile, le operazioni di trasferimento si sono svolte nella massima serenità, previa compilazione del modulo allegato all’ordinanza sindacale che consentirà, oltre ad avere un riscontro preciso su dove si spostano i cittadini del porto, anche di accedere ai contributi previsti per la sistemazione autonoma. (Gazzetta del Sud - Edizione Messina)

La notizia riportata su altri media

I cittadini di Vulcano porto, dopo l’ordinanza del primo cittadino dell’isola, Marco Giorgianni, che sancisce l’obbligo di non soggiornare dalle 23 alle 6 del giorno successivo nell’area individuata come “zona rossa", si preparano a passare la prima notte fuori dalla dimora abituale, chi nella seconda casa o presso amici, oppure nelle strutture ricettive individuate nelle zone del Piano, di Vulcanello e Gelso. (Gazzetta del Sud - Edizione Messina)

«La situazione a Vulcano non è affatto buona - dice - mi domando se la situazione fumi e gas dovesse restare cosi per anni che futuro potrà avere l'isola e i suoi abitanti APPROFONDIMENTI ALLARME ALLE EOLIE Malori per abitanti e animali alle Eolie EOLIE Allerta gialla per le emissioni di gas dal cratere EOLIE Stromboli, due forti esplosioni del vulcano: le spettacolari. (Il Messaggero)

Sempre in base all’ordinanza sindacale a Vulcano per 30 giorni non possono sbarcare i turisti, mentre lo possono fare i pendolari impegnati per lavoro. shadow. Stato d’allerta sull’isola di Vulcano, nell’arcipelago delle Eolie, dove si corre ai ripari per evitare intossicazioni da gas potenzialmente letali. (Corriere del Mezzogiorno)

Vulcano : gruppo FI Lipari sollecita provvedimenti alla Regione, interviene Calderone

Durante il giorno, invece, la vita nell’area portuale di Vulcano dovrebbe potersi svolgersi regolarmente e le attività possono restare aperte. Questo risveglio si starebbe manifestando in un cambiamento di composizione dei gas emessi dalle fumarole, ma anche in un incremento di temperatura dei gas e in fenomeni di microsismicità (Thesocialpost.it)

Il Sindaco emette una severa ordinanza. Nell’arcipelago delle Eolie e più precisamente sull’la situazione appare sempre più preoccupante per via della continua fuoriuscita diper la salute delle persone che vi risiedono. (iL Meteo)

Un deputato ha questi esclusivi poteri e io intendo esercitarli per intero a tutela dei cittadini siciliani”. Anche su espressa sollecitazione del Gruppo consiliare di Forza Italia Lipari, ho depositato una interrogazione e una mozione con le quali chiedo espressi e utili provvedimenti per Vulcano e per i cittadini residenti e dimoranti sull’isola, a seguito degli eventi dei giorni scorsi. (Il Giornale di Lipari)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr