Il DDL Zan piace al 62% degli italiani ma la battaglia del Senato slitta a settembre - Gay.it

Il DDL Zan piace al 62% degli italiani ma la battaglia del Senato slitta a settembre - Gay.it
Gay.it INTERNO

In piena campagna elettorale per le comunali, a settembre il DDL Zan diverrà ancor più terreno di scontro, battaglia politica

Eppure in Senato c’è chi lavora da mesi per affondare il DDL Zan, o quantomeno depotenziarlo.

Il DDL Zan è sparito dal calendario di luglio, deciso ieri.

2 minuti di lettura. Il DDL Zan slitta a settembre.

Tutto questo con un ultimo sondaggio, firmato Demos per Repubblica, che ribadisce come e quanto la maggioranza degli italiani sostenga il DDL Zan. (Gay.it)

Su altri giornali

"Sono veramente stupefatto da chi, come Enrico Letta, adesso vuole rimandare a settembre il ddl Zan. Se troviamo un accordo sulla formulazione presentata da noi di Italia Viva, che non intacca le tutele e risolve il problema dell'ostruzionismo della destra, la legge contro l'omotransfobia potrebbe davvero essere approvata in poche ore. (la Repubblica)

C’è da fare anche un’altra osservazione: i sostenitori del ddl Zan hanno fatto massicciamente ricorso ai social network, sguinzagliando vip e influencer (in primis la coppia Fedez-Ferragni) per propagandare il rigetto dell’omotransfobia. (provitaefamiglia.it)

(LaPresse) - L'annuncio era arrivato una settimana fa, oggi è uscita 'We are the people', inno ufficiale degli Europei di calcio al via l'11 giugno in dodici città del Vecchio Continente, firmato da Martin Garrix insieme a Bono e The Edge degli U2. (La7)

Ddl Zan rimandato a settembre: l'ipotesi è sempre più concreta

Da parte sua, il Centro-destra potrebbe sottoporre all’Aula la decisione di non passare all’esame degli articoli al termine della discussione generale Nell'Aula del Senato, ieri sera, la vicepresidente di turno Anna Rossomando ha certificato così la situazione del dibattito generale sul ddl Zan. (Servizio Informazione Religiosa)

La Lega avrebbe respinto ‘l’offerta’, vuole che venga eliminata completamente la nozione di identità di genere presente anche negli altri articoli. Ma l’ex maggioranza giallo-rossa, secondo quanto apprende l’AGI, ha ventilato una proposta di compromesso. (AGI - Agenzia Italia)

Il ddl Zan "resiste" in Aula, ma è concretissimo (scontato ormai, secondo qualcuno) il rischio di essere rimandato a settembre. Drastico invece Alessandro Zan: "Il Ddl Zan non è finito su un binario morto e potrà essere approvato in Senato se il partito di Matteo Renzi, Italia Viva, voterà con il centrosinistra. (Today.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr