Coronavirus, le maschere da snorkeling diventano respiratori salva vita

Coronavirus, le maschere da snorkeling diventano respiratori salva vita
Reggionline Reggionline (Interno)

Il tam tam, riporta il quotidiano, è servito e dalla Zare Prototipi di Boretto (Reggio Emilia) hanno fatto sapere di avere a disposizione 150 kg di polvere, sufficienti per lavorare una decina di giorni realizzando 500 valvole, mentre giovedì è atteso un carico dalla Germania

Ne parlano anche altre fonti

La società bresciana Isinnova ha brevettato la valvola, ma già un minuto dopo ha reso disponibili sui Social tutti i parametri. Decathlon, ha fornito una ventina di maschere per poterle smontare ed eseguire tutte le prove. (IL GIORNO)

Le strutture che intendono avvalersene possono acquistare la maschera Decathlon e poi fare richiesta ad Isinnova per la realizzazione della valvola. E’ quanto accade in questi giorni in cui una maschera da snorkeling brevettata dal colosso francese Decathlon, diventa il prototipo di un ventilatore polmonare d’emergenza. (Tecnoandroid)

“Abbiamo raccolto un appello da parte di una società di Brescia che ha richiesto la produzione di 500 kit”, racconta Mercuri, “Purtroppo la produzione richiede tempi molto lunghi, circa nove ore per produrne uno, quindi abbiamo deciso di attivarci anche noi nonostante non fossimo della provincia di Brescia e non fossimo professionisti”. (Corriere della Sera)

Azienda bresciana trasforma maschere da snorkeling in respiratori: "A breve 500 kit". „L'azienda ribasice che "l’idea si rivolge a strutture sanitarie e vuole aiutare a realizzare un maschera d’emergenza nel caso di una conclamata situazione di difficoltà nel reperimento di fornitura sanitaria ufficiale, solitamente impiegata. (BresciaToday)

Oltre a Mestel Safety, anche la startup bresciana Isinnova ha pensato di utilizzare le maschere da snorkeling per affrontare l’attuale emergenza sanitaria. L’azienda genovese Mestel Safety Srl, invece, si sta preparando per la produzione di dispositivi di protezione individuale basati sulle sue maschere da sub. (BaraondaNews)

Published on Mar 25, 2020. L'ingegnere e inventore Cristian Fracassi parla a Circo Massimo di Radio Capital delle maschere subacquee trasformate grazie a stampanti in 3D in maschere respiratorie. Sì, si può dire che abbiamo salvato delle vite, anche se non siamo medici ci stiamo provando. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti